Ultime recensioni

lunedì 25 settembre 2017

Proiettili d’argento di Patricia Logan




Sexy ed egoista, Michael Francis è letteralmente a terra. Il suo ragazzo lo ha lasciato, derubandolo di tutti i suoi soldi, e la sua carriera come top model è in stallo. Tyler Winston, un macho difensore della legge del Texas, ha perso l'unico amore della sua vita, e i ricordi sconvolgenti di un passato sepolto da tempo sono tornati a perseguitarlo. Quando la vita li farà incontrare, questi due uomini spezzati potranno trovare un punto in comune e cominciare a guarirsi l'un l'altro, oppure un killer spietato li separerà per sempre?




“Proiettili d’argento” apre la Silver Serie di cui, però, sono già stati tradotti il terzo e quarto capitolo cioè “Catene d’argento” e “Trame d’argento” legati alla Master’s boys Serie e Invitation Only. Si tratta quindi di un libro i cui protagonisti non sono completamente sconosciuti a chi conosce l’universo LA-Westburg di Patricia Logan, Michael in particolare avevamo imparato ad odiarlo cordialmente come fidanzato fedifrago ed egoista dell’angelico Ricky in “The cowboy queen”. Non sto quindi a dire da quanto stessi aspettando di poter mettere le mani su questo libro, ero proprio curiosa di vedere se l’autrice sarebbe riuscita a farmi amare un personaggio davvero detestabile come il vanesio ed odioso super modello Michael Francis. Ebbene devo ammettere che ci è riuscita solo in parte. All’inizio Michael è sempre un modello narcisista, pieno di soldi e boria che pensa solo a godersi la vita nel lusso, le batoste che riceve quando gli tolgono un servizio fotografico e il fidanzato Frankie lo lascia ripulendogli i conti in banca lo portano prima ad attaccarsi alla bottiglia e poi a fare i conti con la vita vera, fatta di brutte esperienze, incontri sfortunati, sofferenza e dolore, ma anche altruismo, amore e gentilezza incondizionata. Il suo passaggio da mega stronzo a ti papino casalingo è abbastanza veloce e non abbastanza approfondito, a mio parere l’autrice avrebbe dovuto spendere più tempo nell’introspezione di questo personaggio per rendere la sua maturazione più realistica ed apprezzabile. Lo stesso vale per Tyler Winston che passa da un matrimonio ventennale con una donna a giurare amore eterno ad un ragazzo di quindici anni più giovane con cui ha davvero poco in comune. In realtà Ty non è completamente etero e all’inizio ha diversi problemi nel gestire l’attrazione istantanea per Michael. Subito ovviamente pensa alla moglie morta da nemmeno un anno e si sente in colpa per i sentimenti che prova per il ragazzo, ma dopo poco tutti i suoi dubbi vengono messi da parte in favore di una subitanea dichiarazione d’amore eterno con tanto di sposami subito dopo pochissimi giorni di conoscenza (soprattutto biblica). Insomma mi sarei aspettata di più da due personaggi così complessi dal retaggio molto diverso e vite così diametralmente opposte. La loro storia è poi inserita in un’indagine dell’FBI per un omicidio con possibile furto d’identità che fornisce a Ty il mezzo per conoscere Michael e che aggiunge una nota di suspance e pericolosità alla narrazione, ma che in realtà è solo un contorno alla love story tra i due uomini.
Detto questo raccomando questo libro perché è comunque una lettura piacevole, scorrevole e ben scritto con scene decisamente hot ben inserite nella narrazione. Patricia Logan resta una gran brava scrittrice che non annoia mai e con stile frizzante riesce sempre a tenere alta l’attenzione del lettore. Sicuramente resta imperdibile per i suoi fan e per chi, come me, non vedeva l’ora di saperne di più su Michael e Ty che compaiono in altri libri già pubblicati. La storia, di per sé, però può considerarsi uno stand alone quindi andrebbe bene anche per i neofiti che non sono ancora entrati nel tunnel dei libri di Patricia Logan.




I suoi amanti erano sempre stati più o meno suoi coetanei, ma c'era qualcosa di soddisfacente nel venire desiderato, coccolato, voluto da qualcuno più maturo e con più esperienza. Era così stanco di essere ambito. Nessuno lo conosceva, né voleva conoscerlo. Vedevano solo il pacchetto, l'uomo all'esterno.

«[…] Tutto nella vita è una lotta. È come tu affronti quella lotta che ti rende la persona che sei, Tyler. E io so questo; tu sei un uomo della miglior specie. Il mio Cade non chiamerebbe fratello un uomo che non fosse deimigliori. Tutto quello che puoi fare adesso è decidere: vuoi quest’uomo abbastanza per cercare un futuro con lui oppure no? È semplice.»

«Pensi che sia una buona idea tenermi la mano in pubblico, Tyler?» gli chiese quasi all'istante.«Si fottano, Michael. Terrò il mio uomo per mano tutte le maledette volte che voglio. Che ci provino, a fermarmi!»



Patricia Logan vive a Los Angeles, California, con il marito, quattro figli, una nipotina e un numero crescente di gatti. Quando non è impegnata ad applaudire il figlio attore, a preparare biscotti o a pulire lettiere, scrive romanzi erotici MM a dir poco bollenti, cercando di condurre i suoi lettori alla scoperta di nuove emozioni, anche quando il percorso prevede non poche sofferenze.


Nessun commento:

Posta un commento