Ultime recensioni

venerdì 27 dicembre 2019

STRANDED di Jenny Anastan


Quanto devono essere importanti e forti i sentimenti per trionfare anche dopo essere stati calpestati?

Quando Abigail si trova davanti l’amore della sua vita, sente che nulla è cambiato dalla tragica sera in cui è stata costretta ad allontanarsi da lui. Quell’uomo la odia, ne è consapevole, ma ciò a cui devono lavorare insieme è troppo importante per permettere ai sentimenti di frapporsi tra loro. Grayson Wilson, infatti, è ormai diventato ciò che ha sempre sognato di essere: un senatore in corsa per la carica di governatore della Virginia.



Abigail, invece, fa parte dello staff che tenterà di portarlo in vetta. Senza pensare al passato, senza cedere ai ricordi. Senza permettere alle persone che hanno distrutto la loro storia di insinuarsi di nuovo nelle loro vite ormai del tutto cambiate. Ma tra loro… tra loro scorre un fuoco inestinguibile, un fuoco che potrebbe bruciarli e ardere ogni cosa attorno. L’intero mondo. Un fuoco che, tuttavia, non può essere affatto alimentato.



#prodottofornitodaJennyAnastan
#copiaomaggio
Dal primo momento in cui Jenny Anastan ha annunciato sul suo gruppo FB che il romanzo su cui stava lavorando sarebbe uscito a fine dicembre, la me blogger/lettrice si è incuriosita. E ho avuto il piacere di leggerlo in anteprima per le CosmoGirls. Rispetto ai precedenti romanzi che ho letto di questa scrittrice, la trama di Stranded aveva qualcosa che mi ha colpito in particolar modo, non so dirvi cosa sia stato di specifico, forse tutto l’insieme. E devo dire che nel tempo la Anastan è migliorata, leggere Stranded è stato come viverlo personalmente, mi sentivo parte della storia, non riuscivo a staccarmi dal Kindle e al termine ne avrei voluto ancora. La scrittrice ha creato due personaggi davvero con delle buone caratteristiche, da tempo non leggevo un romanzo di un’autrice made in Italy così. Era come se stessi leggendo un romanzo di una scrittrice americana, aveva quel timbro che a noi lettrici che amiamo sognare piace tanto.

Era difficile permettergli di scandagliarmi l’anima.



La nostra storia era stata tutto e poi più nulla.


Ogni singolo capitolo letto è stato una scoperta. La storia è strutturata davvero bene. La storia di Grayson e Abigail, Jenny ce l’ha fatta sudare ma questa è la specialità che la contraddistingue da altre. Il suo lavoro questa volta, a parer mio, otterrà risultati migliori rispetto ai precedenti. Senza nulla togliere ai romanzi pubblicati prima di questo, sia chiaro, ma questo, ripeto, ha tutte le carte buone. I capitoli sono suddivisi in pov e alcuni ci portano ai pensieri del passato di questa coppia. Tutto questo per aiutarci a capire meglio il romanzo.
Abigail ha ventotto anni ed è parte di un team, che deve portare alla vetta il Senatore Grayson, il suo ex, lo stesso che lei, quattro anni prima, ha lasciato senza dargli una buona spiegazione. Abigalil in passato non ha vissuto un'infanzia e un'adolescenza facile, ma oggi è una donna fiera anche se con alcune cicatrici. Grayson Wilson è sexy, un Adone fatto di muscoli, sguardo deciso e voce che ti fa desiderare notti insonni ed è in corsa per la carica di Governatore della Virginia. E una parte di Grayson odia Abigail per quello che gli ha fatto, per quello che ha fatto a loro come coppia.
Abigail non ha mai perso la salita e i traguardi di Grayson, per lavoro è costretta a tenere d'occhio tutto, persino la sua nuova relazione. Fa molto male vederlo accanto a una donna che non è lei, eppure quella donna sembra una perfetta first lady: bionda, occhi chiari, in carriera, per niente intimidita da ciò che la circonda e cosa più importante è bianca. Non come lei, nata da una relazione tra un uomo di colore e una donna bianca, un uomo che non ha mai considerato padre.

Mi guardava in un modo che faceva male.


Eravamo ancora noi, nonostante tutto.

Nel momento in cui i loro sguardi si incontrano tutto il passato emerge. Ricordi piacevoli si scontrano con un presente spiacevole, nonostante mantengano le distanze si desiderano, ma entrambi sono consapevoli che non potranno mai appartenersi. Troppe cose hanno lasciato Grayson spezzato per quello che Abigail gli ha fatto. Riusciranno a evitarsi, riusciranno a non insinuarsi l'uno nei pensieri dell'altro? Entrambi hanno bisogno di viversi, è giusto che loro stiano insieme... Per quale motivo Abigail ha deciso di lasciare Grayson? Molte domande senza risposta invadono la mente di Grayson e Abigail è una distrazione, il suo obiettivo, quello per il quale ha lavorato duramente rischia tutto ma Gray ha bisogno di sapere... Ogni lato che pensava di non possedere più tornerà a impadronirsi di lui. La gelosia, la vendetta, il senso di appartenenza, la giustizia e l'amore, perché tutto, nonostante tutto, la riconduceva a lei. Lei lì ma non sua, un vero paradosso, ma è deciso a farsi che non sia più così, solo che...
Non avevo mai letto un romanzo dove l'argomento trattato, oltre alla storia d'amore e all'angst, è la politica e la differenza di razze. La campagna elettorale, l'elezione, i voti, le conferenze, i bilanci, il mostrarsi ai cittadini era la prima volta che lo leggevo. Tempo fa ho seguito da dietro le quinte, proprio come Abigail, una campagna di un amico per la carica di Sindaco della città e posso assicurarvi che non c'è niente di semplice. Ricordo la telefonata in piena notte che mi informava che aveva vinto e la corsa di mio marito per raggiungerlo e festeggiare, ricordo il rilassarsi delle spalle di ogni membro di quel team dopo settimane di tensione e incertezze, ricordo le parole scritte per ringraziare i cittadini che, senza conoscerlo, gli avevano dato fiducia, ricordo le sue promesse che ha fatto al popolo.
Non mi resta che consigliare di leggere questo libro.
Vote for Stranded, vote for President, vote for Grayson. Amen.


Nessun commento:

Posta un commento