Ultime recensioni

mercoledì 15 luglio 2015

DIMMI CHE SEI MIO di Kristen Ashley



Mentre sta allestendo la vetrina del suo amato e frequentatissimo panificio, Tess O’Hara vede comparire l’uomo dei suoi sogni: atletico, deciso, e con un paio di occhi che mandano riflessi di mercurio liquido. Lui la invita a bere una birra e lei accetta senza pensarci troppo. Tutto sembra molto naturale e spontaneo tra di loro, ma quattro mesi dopo, Tess scopre che Brock è un agente sotto copertura dell’Agenzia Federale Antidroga che sta indagando sul suo ex marito, coinvolto in traffici poco puliti. Così, nonostante i forti sentimenti e l’attrazione decide di mollarlo. Ma Brock non è affatto d’accordo. Dopo anni a contatto con la feccia della società, finalmente ha incontrato la persona che mancava nella sua vita e non è intenzionato a lasciarla andare, soprattutto dopo che ha saputo quale pesante segreto Tess porti con sé.


Non dirmi di no, l'ho letto in un soffio; Dimmi che sei mio, ho impiegato un po' più di tempo.
Sono stata contenta di recensire questo romanzo, perché proprio come nel primo, anche in questo c'è una solida figura maschile. Il protagonista è un vero e proprio maschio alfa, la Ashley proprio per questo non si smentisce mai, è un suo pregio, l'unica pecca è che mentre per il primo non riuscivo a staccarmi dalla lettura, amando Gwen, Hawk, la storia e i personaggi secondari con questo mi sono distratta più volte.
Non mi ha coinvolta pienamente e non andava più alla fine.


Adoro questi personaggi prepotenti, esigenti e sexy che usano vezzeggiativi che ti coinvolgono e che ti fanno sentire la loro donna, Brock, detto Secco è proprio uno di questi. 
Sono dei bad boy fatti e finiti, che credono in quello per cui lottano e sono fedeli alla propria donna.
Brock Lucas è un uomo di 45 anni, agente sotto copertura della DEA, prende sul serio i suoi ruoli in borghese all'interno delle sue missioni, infatti se avete letto il primo romanzo, ve lo ricorderete nei panni dell'uomo di Darla... 
In questo romanzo si chiama Jake Knox, indaga su una pasticciera che non è altro che la ex moglie di Damian Heller, un uomo coinvolto in affari loschi che hanno a che fare con soldi e droga e che ha falsificato la firma della ex moglie su alcuni documenti.

Lei è Tessa O'Hara che dopo aver lasciato il marito da cui ha subito violenza, è coinvolta come sospettata senza immaginarlo nei suoi affari, viene interrogata da un detective, che la metterà alla gogna fino a quando non cede e svelerà la verità, ignara però di tutti i giri dell'ex marito.
Ed è qui che, all'uscita dalla camera degli interrogatori, dirigendosi all'uscita nota un uomo di spalle a lei famigliare... lei che credeva che finalmente qualcuno si era preso una cotta per lei, invece era tutta una messa in scena.
Non si poteva di certo dire che Jake Knox non fosse complicato. Lo era.
L'uomo che l'ha stregata, conosciuto come Jake non è altro che Brock, l'uomo con cui ha passato dei giorni bellissimi non è altro che un agente della DEA.
Nel momento in cui scopre la verità, tutto intorno a lei crolla, lei che non crede alla bellezza che possiede, era troppo bello che un uomo del genere si prendesse una cotta per lei e per il suo viso pallido.


Qualsiasi donna si prenderebbe una cotta per uno che cammina, parla e respira così.


Invece Brock saprà coinvolgerla di nuovo, e non le farà più sentire il serpente attorcigliato nel suo stomaco, la farà entrare non solo dentro di lui, svelandole tutto di sé e cedendo il suo essere, la sua personalità, ma anche nella sua famiglia, nella vita dei suoi figli e tra i suoi amici. La storia tratta in particolar modo la vita personale di Brock, il suo divorzio, il rapporto con un padre che li ha lasciati quando erano giovani e che cerca di recuperare i rapporti persi per via che gli mancano pochi giorni di vita. Un romanzo che tratta le esperienze vere quotidiane. Tratta anche dell'insicurezza di Tess, della sua dolcezza e delle sue insicurezze.


Ho dedicato un sacco di tempo ad aspettare quello che volevo, e ho saputo aspettare. Ora l'ho trovato.

Spero di leggere al più presto il terzo libro di questa serie, sperano di innamorarmi per la terza volta di uno dei personaggi dei Kristen Ashley.


È cresciuta a Brownsburg, Indiana, e ha vissuto a Denver, Colorado, e nel sud-ovest dell’Inghilterra. Per questo ha la fortuna di avere amici e parenti sparsi in tutto il mondo. La sua famiglia è a dir poco stramba, ma questo può essere un bene quando si desidera scrivere. La Newton Compton ha pubblicato Non dirmi di no e Dimmi che sei mio.


Nessun commento:

Posta un commento