Ultime recensioni

lunedì 11 marzo 2019

ONLY YOU di Samantha Chase e Noelle Adams




Desidero davvero l’unica donna che non potrò mai avere: Harper, la sorella del mio migliore amico. Sono innamorato di lei da quando avevo diciotto anni, ma è sempre stata off-limits. Così ho taciuto i miei sentimenti e mi sono arruolato. Adesso, dopo anni nei Marines, sono tornato a casa. E nonostante tutto sia diverso, quello che provo per lei non è affatto cambiato. Ma ora più che mai non posso avere quello che desidero: suo fratello è morto e Harper vuole disperatamente sapere cosa sia successo. Ma ci sono cose che è meglio non sapere. Qualcuno sta cercando di farle del male e io devo proteggerla a ogni costo, anche se lei non si fida di me. Anche se mi odia. Un uomo deve tutelare quello che gli sta a cuore. Harper potrà non essere mai mia, ma è la cosa più preziosa che ho. E voglio che sia al sicuro.
Credo sia in assoluto la prima volta che leggo un romanzo di queste scrittrici, scritto a quattro mani o individualmente, ed è stata una lettura piacevole. Questa storia, così come la scrittura, è un po' vecchio stampo e mi ricorda molto i romanzi che ogni tanto mi piace leggere, gli Harmony. Nulla di impegnativo, ma se avete voglia di leggere suggerisco questo romanzo. La storia è scritta a pov alterni, i protagonisti sono Levi e Harper. Levi ha ventinove anni, è un ex marines e fa ritorno a casa con i suoi amici, conosciuti nell'esercito e il suo amico d'infanzia Gavin, solo che lui non c'è più...  assistere alla sepoltura è difficile e pensare al vuoto che ha lasciato lo è ancora di più. Dall'altra parte c'è Harper, la sorella minore di Gavin, ha ventisette anni e Levi è innamorato di lei dai tempi del liceo, ma nessuno lo sa, non lo sapeva nemmeno Gavin. Se lo avesse saputo lo avrebbe preso a calci nel sedere, ridotto in tanti piccoli pezzi e dato in pasto ai cani. E c'è anche da dire che il rapporto tra Harper e Levi non è mai stato amichevole, anzi lui nei suoi confronti mostrava sempre troppa saccenza e le stava con il fiato sul collo. Sembrava la sua guardia del corpo e Harper non aveva bisogno di protezione, era un tipo che ha sempre dimostrato di sapersela cavare da sola.

Mi resi conto di non aver mai desiderato nulla come desideravo lei in quel momento.




"Non voglio che tu te ne vada".

Harper lavora come giornalista per il giornale della sua città, e sta indagando sulla morte del fratello: secondo lei non è stata casuale e vuole scavare a fondo della faccenda. Così facendo solleva polveroni che non dovrebbero vedere la luce e ora qualcuno sta tentando di farla fuori; ha ricevuto delle minacce ed è stata coinvolta in un incidente, per fortuna si è solo slogata una caviglia. Chi potrà mai essere? Non ne ha proprio idea, nemmeno Levi ha idea di chi potrebbe volerle fare del male. Harper la sorellina del suo amico morto, quella che lui ora vede come una donna e che vorrebbe fare sua. Bel casino...

Qualsiasi cosa stesse accadendo tra me e Levi, era vera. Magari sarebbe durata poco, ma era vera.


Quando i nostri occhi si erano incontrati, tra di noi era passata una specie di scossa elettrica.

Al diavolo, cosa potrebbe mai accadere se provasse a baciarla? Mal che vada lo rifiuterebbe oppure... A quanto pare Harper, nonostante lui la irriti e le faccia perdere le staffe, prova qualcosa per Gavin, sentimenti di cui ha sempre saputo l'esistenza  ma a cui non ha mai voluto dar voce. Non si fida di lui, si fida solo di se stessa ma Gavin, nonostante i suoi difetti, è innamorato di lei.
Leggere questo romanzo non è stato affatto male. Come vi dicevo prima, mi ha ricordato altre letture ed è stato piacevole, lo consiglio. Ho trovato troppo sbrigativo il finale e mi è mancato il "Ti amo" reciproco da parte dei protagonisti. Mi è piaciuto il rapporto di amicizia che Gavin ha con i suoi tre amici che spero di conoscere presto: Sebastian, Declan e Cole.





Nessun commento:

Posta un commento