Ultime recensioni

giovedì 15 dicembre 2016

UN'ALTRA VOLTA, ANCORA di Rachel Gibson




Per Sam LeClaire, irresistibile difensore dei Chinooks, Autumn è soltanto una bella ragazza incontrata in un bar di Las Vegas, sposata per caso qualche giorno dopo e poi abbandonata. La versione di Autumn Haven, wedding planner di successo, è leggermente diversa: follemente innamorata di Sam, la ragazza avrebbe acconsentito al matrimonio dopo appena tre giorni di conoscenza. La verità è che, in seguito alla prima, unica e appassionata notte di nozze, Autumn scopre di essere incinta e decide di tenere il bambino. A distanza di cinque anni, però, dopo aver cresciuto il piccolo Conner da sola, Autumn capisce che è venuto il momento di far rientrare Sam nella loro vita…
Un dio alto, biondo e con gli occhi azzurri sceso direttamente dal paradiso. Il naso, la cicatrice sullo zigomo e il sorriso malizioso avrebbero dovuto rivelare ciò che di meno angelico c'era in lui.


Trasudava sesso e sosteneva il suo sguardo senza vacillare.

Ebbene... sono in parte una di quelle che entra nella categoria: Amiamo i nostri Harmony. Rachel Gibson, proprio come Jill Shalvis o Lori Foster, la amo in modo particolare, come se ciò non bastasse, la serie dei Chinooks è uno sport romance, quindi è un motivo valido in più per amarla. Anche in "Un'altra volta, ancora" abbiamo a che fare con due bei protagonisti forti e insicuri al tempo stesso. Entrambi con il timore di lasciarsi andare e farsi trasportare dal sentimento dell'amore. Sam è il difensore dei Chinnoks, la squadra di hockey di Seattle, e Autumn è una wedding planner. I protagonisti si conoscono in un bar a Las Vegas e tra loro c'è una forte attrazione che li travolge, nel giro di pochi giorni finiranno a letto insieme e si sposeranno, ma Autumn, la mattina dopo il loro matrimonio, si troverà nel letto da sola. Purtroppo però, non tutto quello che succede a Las Vegas resta a Las Vegas, perché circa un mese dopo, la nostra protagonista si ritroverà a fare i conti con una gravidanza inaspettata. Cinque anni più tardi, Autumn, al matrimonio di Ty e Faith, rivedrà il padre di suo figlio Conner, Sam, che in lei riesce a scatenare solo profondo odio...

Entrò in salotto e prese il cappotto dal divano. "Devo andare." Prima di fare qualcosa di completamente assurdo come perdersi in fantasie sessuali sulla madre di suo figlio, Autumn. La donna che lo odiava e lo confondeva di più al mondo.


"Sei bagnata, e non per la pioggia." Le sue dita risalirono sulla pelle umida e lei non vide più nulla. Solo una nebbia indistinta. "Voglio affondare dentro di te, fino a farti gridare il mio nome come facevi una volta."

Autumn è rimasta molto delusa dal comportamento di Sam, e oltre al danno, non è proprio da considerarsi un padre molto presente per Conner. Con il passare del tempo, l'uomo si accorgerà dei suoi errori e cercherà in ogni modo di rimediare e di essere anche più presente e questo vorrà dire anche vedere Autumn più spesso del previsto. Sam si renderà così conto del motivo per cui a Las Vegas cinque anni prima, si era sentito attratto da quella donna, ed è lo stesso per il quale ne è attratto ora...
Che dire, è uno dei tanti romanzi che ho amato, questa serie ha sempre la stessa intensità ma con protagonisti differenti. Sono presenti personaggi con la paura di affezionarsi ad un altro essere umano a  causa di un passato ricco di delusioni o scomodo. Però, guardandosi indietro, riconoscono di non voler far rivivere il passato riversandolo sull'altra persona e faranno in modo che ciò non accada.
Consiglio di leggere questo sport romance e, se non avete mai letto la serie, prendete in considerazione di farlo.



Nessun commento:

Posta un commento