Ultime recensioni

giovedì 18 luglio 2019

PERFETTAMENTE INCONSAPEVOLE di Robin Daniels


Cameron Bates (Cam) potrebbe avere quasi tutte le ragazze della Franklin High School... tranne quella che vuole. Sfortunatamente, Bebe sembra essere immune al suo fascino e al suo bell’aspetto, il che può significare due cose: o lei è del tutto ignara dei suoi sentimenti; o non è interessata a lui. E, in quest’ultimo caso, dichiararle il suo amore sarebbe un vero disastro per la loro amicizia.
Bianca Barnes (Bebe) ha un grosso problema: l’universo la odia. Ogni volta che ammette di provare dei sentimenti per un ragazzo, questi finisce per innamorarsi della sua dolce, famosa e bella sorella Beth.
Pur di non avere il cuore spezzato, Bebe si è imposta di non rivelare mai il suo segreto. Nessuno saprà cosa prova per Cam... Mai!
Entrambi non vogliono confessare i propri sentimenti, ma l’universo ha un suo piano.
Quando Bebe verrà corteggiata da un ammiratore segreto, a Cam non resta che farsi avanti. A questo punto lei dovrà scegliere: non correre rischi e accettare le attenzioni dell’ammiratore misterioso o sfidare il destino e tentare la fortuna con il ragazzo che ama?
"Ma Cam mi fondeva il cervello e mi faceva sempre battere forte il cuore quando si avvicinava. 
C’era solo una ragazza che volevo fissare: Bianca Barnes. Ero ossessionato da lei dal giorno in cui l’avevo incontrata. Era stato amore al primo tiro." 

L’inconsapevole si chiama Bianca detta Bee e il “perfettamente” è Cam, un ragazzino  con gli occhi blu non ancora cresciuto che nel giro di un’estate ci mostra degli addominali da paura e la sua metamorfosi in uomo. Sembra un tipo frivolo, sicuro di sé, spaccone con le ragazze, ma ha un gran segreto che scotta. Da quando si è trasferito vicino a casa di Bee è nata un’amicizia fraterna con lei e con la sua gemella irlandese, Beth.   Quest’ultimo concetto mi ha molto colpito, praticamente si passano meno di un anno e sono connesse mentalmente come i veri gemelli, la particolarità è che Beth ha fatto da mamma alla sorella mentre la loro le ha sempre guardate dal cielo. 
Beth è popolare a scuola, sicura di sé ma sempre gentile e umile con tutti , esattamente il contrario di Bee che è molto insicura e non si valorizza abbastanza, crede che l’universo ce l’abbia con lei perchè i ragazzi che le piacciono alla fine escono con Beth. Stavolta il destino ha rimescolato le carte e qualcuno è pronto per lei.


Cam, Beth e Bee si sono conosciuti due anni prima e dal quel giorno sono diventati inseparabili, trascorrono la quotidianità insieme e sanno tutto di loro, tutto tutto?

"«Sono Cameron Bates, ma di solito mi chiamano solo Cam.»
«Bianca Barnes, ma di solito mi chiamano Bee.»
«Bee? Come Bumble Bee?»
«Sì, idiota. I miei genitori mi hanno chiamato come Bumble Bee.» Alzai gli occhi al cielo." 

 Penso che ad un certo punto i sentimenti non possono essere più repressi e Cam se ne accorge mentre Bianca continua a far finta di niente. I loro momenti insieme sono esilaranti, scanditi da scherzi, risate, battute, partite a basket e contatti fisici rubati.


Bianca, inconsapevolmente, non si rende conto di quel che sta accadendo anche se si interroga sui cambiamenti nell’atteggiamento di Cam. Lei non si vuole illudere e non cede a certi pensieri. Cerca di voltare pagina ed esce con qualcun altro. Una porta in faccia per Cam che finalmente esce allo scoperto in gran segreto. Sì, è un ossimoro lo so ma è proprio quel che accade. Diventa il suo ammiratore segreto, il Romeo che ogni ragazza vorrebbe, quel ragazzo che si ricorda dei tuoi gusti e di tutto ciò che ti rende felice.  Una sbronza di romanticismo che inebria i sensi di Bianca a cui però non vuole cedere. Resiste, non vuole soffrire e piuttosto reprime i suoi sentimenti.

Il pov è alternato, il discorso inizia sempre da dove l’ha interrotto l’altro, la narrazione è ritmica: lenta quando ci perdiamo nei pensieri dei due ragazzi e incalzante quando Cam attua i suoi svariati piani di conquista.
È un YA, autoconclusivo, davvero spumeggiante che coinvolge il lettore a 360°.
Una lettura estiva da leggere sotto l’ombrellone, una storia spensierata come può esserlo un amore nascente tra due giovani innamorati che non riescono ad uscire allo scoperto. E alla fine?

«Sembravi così felice ogni volta che ti lasciavo qualcosa, e ciò rendeva me felice. Adoravo essere in grado di mostrarti come mi sentivo. E adoravo che tu accettassi i regali come un vero segno d’amore. Per una volta sembravi credere sul serio che per qualcuno, là fuori, valevi tanto quanto Beth. Bianca, non sei mai venuta dopo tua sorella. O dopo qualcun altro. Non per me, almeno. Per me, sei sempre stata tu la prima.»



Leggetelo!!!


Nessun commento:

Posta un commento