Ultime recensioni

lunedì 30 maggio 2016

IBRIDO di Isa Thid



Sin da piccola Lara vede il Mondo Specchio attraverso qualunque superficie riflettente, per questo i genitori hanno tentato di curarla e poi fatta rinchiudere in un centro di salute mentale. A salvarla è stato lo zio, un vecchio alchimista che vive in una villa nella collina di Torino. Il romanzo si apre con un grande rituale in cui Lara unisce il mondo umano e il Mondo Specchio e genera l’Ibrido, accettando nella propria mente il suo doppio, un abominio dal grande potere.
Un anno dopo a Torino arriva Vera, legata al Mondo Specchio da un tatuaggio e un’antica profezia. Assieme alla sua coinquilina Lucia, una strega wiccan, incontra Telemaco, reduce del Mondo Specchio che comanda la resistenza contro l’abominio e la sua ospite umana, Lara. Le storie s’intrecciano nel nuovo mondo Ibrido tra magia, combattimenti e decisioni difficili, mettendo alla prova l’amicizia e la morale delle tre ragazze.


La vita di Lara non è molto semplice. Sin da piccolissima vede il Mondo Specchio: un mondo parallelo, carico di energia magica, e un inquietante doppione di se stessa, dagli occhi vitrei e una perversa passione per il sapore del sangue, che si riversa a fiotti fuori dalla sua bocca. Per questo i genitori hanno tentato prima di curarla e poi fatta rinchiudere in un centro di salute mentale. A salvarla è stato lo zio, un vecchio alchimista che vive in una villa sulla collina di Torino. Il romanzo inizia con il grande rituale in cui Lara unisce il mondo umano e il Mondo Specchio generando l’Ibrido, accettando quindi nella propria mente il suo doppio, abominio dal grande potere.

"Lara sedette sullo sgabello e guardò la sua immagine riflessa nello specchio. Per la prima volta ciò che vedeva corrispondeva alla realtà[...]Le iridi quasi nere a cui era abituata avevano lasciato il posto a un candore vitreo[...]:-Così siamo insieme, ora"sussurrò[...]:- Hai paura?- chiese una voce asciutta nella sua mente."
Un anno dopo a Torino arriva Vera, legata al Mondo Specchio da un tatuaggio e un’antica profezia. Assieme alla sua coinquilina Lucia, una strega wiccan, incontra Telemaco, reduce del Mondo Specchio che comanda la resistenza contro l’abominio e la sua ospite umana, Lara. 
"Vera iniziò a gesticolare come una pazza[...]:-Lo vedi? C'è qualcosa laggiù! Guarda bene[...]dobbiamo andare a salvarlo, affogherà- e Lucia la seguì. [...]in due sembrò quasi facile trascinare fuori dall'acqua. :- Portiamolo a casa, ho una fortissima sensazione  che chiamare l'ambulanza lo metterebbe in pericolo"
Le storie s’intrecciano nel nuovo mondo Ibrido tra magia, combattimenti e decisioni difficili, mettendo alla prova l’amicizia e la morale delle tre ragazze.


"Ibrido" di Isa Thid, è diverso da ogni libro fantasy letto in precedenza. 
A tratti la storia appare confusa, se ne perde il filo logico, e ammetto inizialmente di aver fatto fatica a distinguere tra bene e male. 
Rimane comunque curioso, scritto molto bene; fa crescere il desiderio interiore di saperne di più, quindi fino alla fine la curiosità e la necessità di capire spingono a infilare un capitolo dietro l'altro, fino a giungere al gran finale, ben condito di colpi di scena.







Nessun commento:

Posta un commento