Ultime recensioni

martedì 17 novembre 2015

EMMELINE di Estelle Hunt


Quando Emmeline Brant partecipa alla sua prima stagione ha solo diciotto anni e tante speranze per il futuro. Tuttavia neppure nei suoi sogni più segreti avrebbe mai immaginato di poter attirare l’attenzione dell’uomo di cui è innamorata da sempre, Julian York.  Ma Julian è un nobile e un crudele ricatto lo costringe a piegarsi alle consuetudini imposte dal suo rango. Tra aristocratici freddi e calcolatori, donne amorali, bugie e tradimenti il loro futuro sembra segnato per sempre. Devastata dal dolore, Emmeline parte per New York, dove si immergerà nel mondo dorato dell’alta società, sperando così di curare il proprio cuore infranto. Grazie alla presenza di donne straordinarie e alla possibilità di un nuovo amore la felicità sembra di nuovo a portata di mano. Eppure il destino non ha finito di giocare con Emmeline e Julian. Richiamata in Inghilterra, Emmeline scoprirà che dietro gli eventi passati si nascondono tremende verità e che l’amore, quando è autentico, non muore mai.
Come saprete ormai da tempo, io sono la Cosmo Girl dei romanzi storici. A volte succede di inciampare su alcuni romanzi difficili da dimenticare.

Oggi vi parlerò di Emmeline di Estelle Hunt. Un bellissimo romance storico che passa a pieni voti.
Emmeline è una ragazza di diciotto anni che fa il suo ingresso in società a Londra. Purtroppo per lei e la sorella Alais, quella sarà l'unica stagione a cui poter partecipare. Nonostante il loro lignaggio da parte materna le ragazze non fanno parte dell'aristocrazia per via delle umili origini del padre, che cospirerà contro la felicità della figlia per salvaguardare la famiglia.
Ma andiamo per gradi.

Emmeline è una ragazza semplice e il Duca Julian se ne innamora perdutamente.
Bellissima la scena del loro breve fidanzamento segreto. Emmeline concede all'uomo anima, corpo e mente. Peccato che la cugina di lei, affascinante dama inglese, decide di rovinare il suo futuro desiderando ardentemente Julian. Così, nonostante lui abbia già chiesto segretamente in sposa Emmeline, viene ricattato dal padre, il Duca in persone, e Julian è obbligato a sposare Charlotte.

** La prima notte di nozze pianse come un bambino chiuso nella sua stanza, sdraiato sul letto con un cuscino stretto tra le braccia che in modo patetico immaginava fosse il corpo morbido e amato di Emmeline.**
In questo punto il romanzo diventa straziante. Emmeline e Julian soffrono di un dolore lancinante. Credetemi ho sofferto anche io e ho letto quei capitoli con le lacrime agli occhi. Travolgente è l'unico aggettivo che posso dare a quel passo del libro. Ho letto con il fiato sospeso.

Ma Julian ha un piano. Dopo aver procreato un erede maschio come da richiesta del padre divorzierà da Charlotte, che per altro è una donna facile. E' descritta molto aspramente e ho adorato la perfidia di Julian.
C'è un tratto dove il suo corpo reagisce alla bellezza di Charlotte cercandola assiduamente per possederla. In quel momento ho avuto paura che cedesse anche con il cuore. Ho fatto fatica a leggere del suo abbandono a Charlotte, ma si sa che il corpo del maschio reagisce in modo estremo alle provocazioni delle donne. Ma la follia passionale del momento è descritto magistralmente.

Dall'altra parte Emmeline, che nel frattempo ha saputo delle gravidanze della cugina, cerca di reagire. Dopo mesi di sofferenza con l'aiuto della sorella, della zia e della nonna riprende a vivere. Proprio a New York incontra Charles, che diventerà il suo fidanzato.
Ma dopo quattro anni di lontananza da Londra, l'improvvisa malattia del padre di Emmeline, la costringe a tornare negli Hampshire, dove Julian dimora con i figli.

** Non riusciva a staccargli gli occhi di dosso, come se avesse paura che potesse evaporare al pari della foschia mattutina. Poi lui abbassò il viso e le posò un bacio sulla labbra, indugiando a lungo senza tuttavia forzarla ad aprire la bocca.**

Cosa succederà, vi chiederete, a Julian ed Emmeline?
Non vi resta altro da fare che prendere questo magnifico romanzo e leggerlo!
Dal punto di vista linguistico la Hunt ha abbracciato benissimo l'epoca in cui ha ambientato la storia e quel pizzico di modernismo dei giorni d'oggi lo ha resto memorabile.

Quando un libro storico abbraccia l'attualità del momento appare la magia. La magia di leggere un romanzo perfetto, studiato nei minimi dettagli. Bella la copertina che non inganna e ottimo editing per la Hunt.
Consigliato.


Sono nata a Genova il 20 gennaio di trentotto anni fa, ma ora vivo nella provincia di Viterbo con mio marito, due figli e un cane.
Amo leggere tutto, anche se i romance storici restano il mio genere preferito. Tra i  miei libri preferiti ci sono Cent’anni di solitudine di Gabriel Garcia Marquez, La casa degli spiriti di Isabel Allende, La trilogia del Cavaliere d’Inverno di Paullina Simmons, i romanzi di Jane Austen e quelli di Anais Nin. In realtà l’elenco è molto più lungo, quindi passiamo oltre.
Sono sempre stata una sognatrice, diciamo che la mia indole non si accompagna con gli studi che ho scelto. Ho svolto vari lavori, prevalentemente come impiegata, ma nel frattempo coltivavo il mio sogno nel cassetto: scrivere un libro.
A  maggio di quest’anno ho finalmente pubblicato il mio primo romanzo, Emmeline, un romance storico ambientato alla fine del 1800 tra Londra e New York che mi ha dato molte soddisfazioni, mentre a breve uscirà un racconto inserito in un’antologia il cui ricavato andrà all’Ospedale Gaslini di Genova.
Tra i miei progetti più immediati ci sono un romance contemporaneo ambientato sempre a New York, che spero di pubblicare a natale,  e altri storici sentimentali.


9 commenti:

  1. Grazie, grazie, grazie per la bellissima recensione <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È stato un piacere Estelle! Attendo nuovi romanzi! Tienimi aggiornata!

      Elimina
    2. È stato un piacere Estelle! Attendo nuovi romanzi! Tienimi aggiornata!

      Elimina
  2. Sto leggendo ora questa fantastica scoperta editoriale, da tempo cercavo uno storico che mi tenesse incollata al kindle. Sono quasi a metà....complimenti veramente ben scritto!

    RispondiElimina
  3. Sto leggendo ora questa fantastica scoperta editoriale, da tempo cercavo uno storico che mi tenesse incollata al kindle. Sono quasi a metà....complimenti veramente ben scritto!

    RispondiElimina
  4. Emmeline è davvero un ottimo romanzo. Ben descritto e con una trana che coinvolge. Sono d'accordo con te Valentina. Tiene incollato alle pagine fino alla fine.

    RispondiElimina
  5. Emmeline è davvero un ottimo romanzo. Ben descritto e con una trana che coinvolge. Sono d'accordo con te Valentina. Tiene incollato alle pagine fino alla fine.

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Emmeline è davvero un ottimo romanzo. Ben descritto e con una trana che coinvolge. Sono d'accordo con te Valentina. Tiene incollato alle pagine fino alla fine.

    RispondiElimina