Ultime recensioni

giovedì 29 ottobre 2015

Blog Tour Genesis Publishing STORIA DI UN AMORE INFINITO di Flora Cordone



PROGRAMMA BLOGTOUR
“STORIA DI UN AMORE INFINITO”
Dal 29 ottobre al 9 novembre 2015



ROMANCE and FANTASY FOR COSMOPOLITAN GIRL: 29 Ottobre
TAPPA 1: Estratto
Il partecipante lettore potrà commentare l’estratto, ponendo domande e curiosità, alle quali l’Autrice risponderà, a Blogtour concluso, sulla sua Pagina Autore.

UN LETTORE È UN GRAN SOGNATORE: 2 Novembre
TAPPA 2: Dreamcast
Il partecipante lettore potrà commentare e proporre il Suo dreamcast.

THE BIBLIOPHILE GIRL: 4 Novembre
TAPPA 3: Soundtrack
Il partecipante lettore potrà commentare e proporre una Sua colonna sonora.

ATELIER DI UNA LETTRICE COMPULSIVA: 9 Novembre
TAPPA 4: Intervista all’Autrice
Il partecipante lettore potrà commentare e porre le proprie domande all’Autrice, alle quali risponderà nei commenti del blog.




REGOLE DI PARTECIPAZIONE

- Scegliere un numero compreso fra 1 e 90.
- Diventare lettore fisso dei blog partecipanti.
- Commentare almeno tre tappe su quattro.
il link dell'evento facebook dedicato al Tour!
https://www.facebook.com/events/425188691018500/


PREMI

I premio messo in palio per il Tour è una copia omaggio dell’ebook del romanzo “Come petali sulla neve”.

N.B.: Il premio è privo di valore commerciale, in quanto frutto di donazione.


VINCITORE

Vince il numero primo estratto sulla ruota di Milano, nell’estrazione in data 10 novembre 2015.
In caso di non uscita di uno dei numeri scelti dai partecipanti, si procederà col secondo estratto e così via fino all’ultimo estratto. Se nessuno dei cinque numeri corrisponderà, si passerà alla ruota di riserva (Roma).
Il risultato sarà pubblicato sul blog della Casa Editrice: “Writing with Genesis Publishing”, il giorno 11 novembre 2015.
Il vincitore dovrà contattare la Casa Editrice al suo indirizzo email genesispublishing@live.com, per richiedere il premio.


Noi eravamo un gruppo di quattro o cinque ragazzi e in quella distante sera di aprile avevamo deciso di andare a ballare, non nella solita balera nel centro della città, ma in un’altra situata nel centro storico. Così, con l’entusiasmo che si può avere soltanto a quell’età, tutti eleganti, ci siamo avviati. Era rito che, poco dopo essere entrati, si cominciava a guardare attorno, per notare se ci fosse qualche ragazza da invitare in pista. Quasi tutte le volte vedevo i miei amici ballare avvinghiati a ragazze con cui poi uscivano. Io invece rimanevo quasi sempre in disparte, seduto a guardare coppie su coppie volteggiare; non volevo infatti conoscere una fanciulla di cui poi non mi sarei neppure ricordato il volto, volevo che mi piacesse veramente. E anche quella sera niente era diverso dalla routine. Così ero fermo in un angolo da solo a guardare la gente, ma a un tratto vidi l’Amore: era una giovane, col volto da bambina, tanto da sembrare una bambola. Non voglio descrivere il suo aspetto, così se la può immaginare come più le piace, le dico solo che era bellissima. Era vestita di rosso, il colore dell’Amore, e nel suo abito brillava, splendeva e luccicava come una stella. Rimasi colpito da costei e devo ammettere che mai nessuna prima di quel momento mi aveva fatto quell’effetto; avevo capito che era lei la donna che cercavo per invitarla, da tanto tempo. Mi sistemai la giacca, i capelli e mi schiarii la voce ed ecco che dopo un attimo ero alle sue spalle. Timoroso di azzardare troppo, le sfiorai leggermente il braccio destro per far sì che si voltasse. Ero senz’altro più agitato io di lei, che al contrario mi sembrava del tutto tranquilla. Mi schiarii nuovamente la voce e insicuro, addirittura balbettando, le chiesi se voleva ballare; anche se non era stata la migliore delle proposte, ecco che un attimo dopo lei era già faccia a faccia con me, pronta per aprire le danze. Notai che i miei amici si lanciavano occhiate, stupiti nel vedermi con una ragazza. Al contrario di tutte le coppie che chiacchieravano, si fermavano per prendere da bere e per uscire a fumare una sigaretta, noi ballavano e basta. Danzavamo avanti e indietro per quella pista da ballo e ci guardavamo negli occhi senza aprir bocca. Non sapevo quindi niente di lei, ma ero già innamorato e sicuro che quel visetto non me lo sarei mai scordato. Mentre volteggiavamo, la musica si inceppò per qualche istante e ci fu un momento di silenzio; mentre tutti si fermavano, noi continuavamo a danzare con la stessa vitalità e intimità di prima. Ad un tratto riattaccò e a ridare inizio alle danze furono le note e le parole di Farewell Angelina, la bellissima canzone di Bob Dylan.







COLLANA: InProsa
GENERE:  Romantico, Inspired Romance
PREZZO: € 2,99
PAGINE: 50

ANNO: 2015,  6 Maggio 



Torino: una giovane aspirante attrice, lontana da casa per i suoi studi, incontra un anziano artista e filosofo. Tra i due si stringerà una forte amicizia che porterà il vecchio a raccontare alla ragazza tutte le avventure del suo passato, tra cui la storia del suo Amore. Si tratta di un Amore molto particolare e poetico, raccontato sulle note della canzone Farewell Angelina di Bob Dylan.
Da Torino si passa a Londra, dove una nonna racconta alla nipotina la sua vita e in particolare la storia della sorella lontana: un personaggio misterioso, affascinante e forte.  Alla fine le due vicende si intrecceranno e si scoprirà che i due protagonisti, pur essendo molto distanti, hanno molto in comune, in un epilogo sorprendente.



Nata a Genova, città alla quale è molto legata, sta concludendo gli studi al Liceo Scientifico. Appassionata di letteratura italiana, in particolare di Dante e del Dolce Stil Novo, inizia a scrivere all’età di tredici anni. Scrivere per lei rappresenta una via di sfogo che l’aiuta ad affrontare la sua grande timidezza. Fin dall’inizio i suoi racconti ruotano attorno al tema dell’amore, visto ogni volta con occhi diversi in base alla fase di vita che sta passando. Il primo lavoro che realizza a quattordici anni è Parlava con la luna, grazie al quale riesce a classificarsi terza al concorso “La biblioteca d’oro”.


Nessun commento:

Posta un commento