Ultime recensioni

giovedì 1 ottobre 2015

TU SEI IL MIO DESIDERIO di Elizabeth Anthony


Oxfordshire, 1921. Le antiche sale della dimora di Belfield Hall sono troppo ampie e solitarie per Madeline. A diciassette anni, sola al mondo, è stata costretta a lasciare il suo paese, la Francia, per andare in Inghilterra, patria del suo tutore. In questa terra lontana la ragazza non conosce nessuno, tutto le sembra ostile. Solamente nell’immensa biblioteca riesce a ritrovare il sorriso. Lì, tra quelle pareti colme di libri che parlano di mondi da scoprire, ha trovato il suo rifugio.  Eppure un giorno tutto cambia. Passeggiando per i boschi, quasi per caso, si imbatte nel guardacaccia della tenuta: Nathan Mallory. I suoi modi bruschi e arroganti non riescono a celare la bellezza dei suoi occhi. I suoi occhi scuri come il buio più profondo, che sono capaci di leggere fin negli abissi della sua anima. Madeline rimane senza fiato e cerca di resistere. Vengono da mondi diversi e cedere alla tentazione è sbagliato. È proibito. Ma anche inevitabile. Perché i loro cuori parlano la stessa lingua. Quella della passione, del desiderio, della fusione l’una nell’altro senza timori. Fino al momento in cui il giorno arriva, il fuoco della notte si spegne e i segreti che Nathan le ha nascosto vengono a galla. Segreti che parlano di Mr Maldon, duca di Belfield, l’uomo che l’ha accolta e protetta. L’uomo che ora più che mai ha bisogno di lei, per difendere la sua relazione con Sophie che ancora una volta è in pericolo. Madeline è davanti a un bivio. Credere a Nathan è difficile, anche se è impossibile dimenticare quegli attimi in cui nulla aveva più senso: solo i loro battiti all’unisono, solo i loro respiri in un unico respiro.
Dopo il successo di Tu sei mia, che ha conquistato i lettori italiani che aspettavano con ansia un suo nuovo romanzo, Elizabeth Anthony torna a Belfield Hall. Ai suoi intrighi di palazzo e alle sue passioni proibite. Alle sue regole che vengono infrante in nome di un valore più alto che è quello dell’amore, quando diventa tentazione irresistibile.
Dopo che Sophie ha lasciato Ash per inseguire il suo sogno di cantare torniamo a Belfield Hall. Nuovi protagonisti di questa avvincente storia sono Madeline che è la figlioccia del Duca di Belfield (Asher) e Nathan. La giovane donna si rifugia fra le mura del palazzo di campagna per scappare da una realtà londinese che non le aggrada. I ricevimenti e la stagione non è una argomento che le interessa. Proprio per questo motivo si trasferisce fuori Londra.
Qui incontra quello che ritiene essere il guardiacaccia della zona, Nathan.
L'attrazione fra i due è subito palese anche se si denota subito che Nathan nasconde qualcosa.

** Immaginai quella lingua sulle mie labbra, sui miei capezzoli. Mi sdraiai abbracciando la sua giacca, quasi senza fiato, ansimando, il cuore a mille, e mi strofinai il talismano di legno sui seni, cercando di acquietarli con la sua durezza. Lo odiavo. Lo odiavo per avermi fatto questo, per aver riacceso dentro di emozioni che avevo combattuto così a lungo**

Madeline scopre che Nathan ha dei segreti che lo legano ad Ash. In questo frangente scopriamo che Nathan è un nobile caduto in disgrazia e che le terre di sua proprietà sono divenute di Ash. 
Dopo un attacco alla sua persona in Irlanda, Ash rientra nella dimora estiva. La sua vita è in pericolo e quando Lady Beatrice, (sì, la vipera è tornata con i suoi giochetti sadici), minaccia Madeleine di non chiamare Sophie di cui il Duca continua a chiedere, Madeleine si trova ad un bivio. Lady Beatrice avvertirà Sophie delle condizioni del Duca solo se la giovane donna parteciperà ad un asta dove verrà venduta per una notte intera al miglior offerente.
Madeleine dovrà scegliere fra la sua dignità o la felicità di Ash. Ovviamente sceglierà la felicità di  Ash e abbandonerà Nathan con tutti i suoi segreti.

Lo stile come nel precedente romanzo è scorrevole e la sua caratterizzazione degli ambienti è perfetta. Mi sono trovata diverse volte a passeggiare in mezzo ai boschi con Nathan e Madeleine o seduta su quelle poltrone davanti al camino nella stanza principale di Belfield Hall.
Nathan è un dominatore e Madeleine si riscopre una buona sottomessa. Un passato che si mescola perfettamente con la mentalità sessuale dei nostri giorni, quasi a dimostrare che a parte pizzi e merletti, il sesso era ed è l'unica cosa che non è mutata nonostante gli anni.

Meraviglioso ed è stato un'ottima conclusione di entrambi i romanzi. Vi consiglio di leggere sia di Sophie e Ash che di Nathan e Madeleine. I romanzi sono davvero travolgenti nonostante la semplicità della trama mi hanno coinvolto in questo turbinio di emozioni.

Consigliato vivamente.


Elizabeth Anthony ha scoperto il fascino dei romanzi storici già nei primi anni dell'adolescenza e dopo essersi laureata si è dedicata completamente alla sua più grande passione: la scrittura. Tu sei mia è il suo primo romanzo.


Nessun commento:

Posta un commento