Ultime recensioni

venerdì 12 aprile 2019

FRAT BOY E TOPPY di Anne Tenino



Brad è bravissimo a soddisfare le aspettative degli altri. Fare lo stesso con le proprie, però, non gli riesce altrettanto bene. Prendiamo la storia dell’omosessualità. Okay, sì. Gli ci è voluto un incontro mattutino con il culo nudo e peloso di un compagno di confraternita per ammetterlo, ma adesso sa la verità. La sua vita gay può iniziare.
Purtroppo, non è così semplice. Non ha ancora ben stabilito come fare coming out con nessuno, neanche con Sebastian, l’assistente strafigo del suo corso di Storia. Sebastian è tutto quello che Brad non è: intellettuale, raffinato, villoso. Gay dichiarato. E non sembra interessato a lui, nemmeno quando Brad si rende ridicolo cercando di attirare la sua attenzione.
Un punto per l’idiozia: Sebastian fa ben più che notarlo, se lo porta a letto. Brad è già stato con un sacco di ragazze, ma con lui il sesso è tutta un’altra storia: erotico, travolgente, impetuoso e un po’ dominante in un modo che lo fa impazzire. Ma quando quel sesso fantastico diventa qualcosa di più – oserà pronunciare la parola che inizia per “A”? – Brad deve accettare l’umiliante realtà: Sebastian non prova lo stesso. O forse sì? Dopotutto, anche i dottorandi possono essere idioti riguardo alle questioni di cuore.

Personalmente apprezzo molto Anne Tennino come autrice, il suo libro “Troppo stupido per vivere” penso di averlo letto almeno cinque volte, quindi non vedevo l’ora di mettere le mani su questa sua nuova storia. Non so però se esserne delusa o meno. La sua scrittura è sempre fluida e scorrevole, le sue parole sanno indubbiamente catturare l’interesse del lettore e fornire dettagli incredibili che ti trasportano nel bel mezzo dell’azione. Quello a non avermi colpita particolarmente è stata la storia in sé, a mio parere è stato messo eccessivamente l’accento sulla componente sessuale tralasciando quella emozionale. Più che un romance, mi è sembrato di leggere praticamente un erotico. Va bene che i protagonisti possano prima finire a fare sesso e poi a conoscersi davvero, ma sviluppare un sentimento come l’amore quando si passa più tempo tra le lenzuola che a parlare mi sembra davvero assurdo. Sarà che non ho più vent’anni, ma mi è mancata quella profondità psicologica che permette di andare al di là delle semplici azioni per avere una resa maggiore dei sentimenti e delle emozioni.
Detto questo, ho comunque apprezzato il personaggio di Brad con la sua confusione in merito alla propria sessualità, il suo timore nel mostrarsi per ciò che è veramente, il contrasto tra il suo essere un atleta con tanto di posto in confraternita e la vulnerabilità che mostra nel rapportarsi con Sebastian.
Sebastian invece, nonostante il pov alternato, l’ho trovato un personaggio più piatto. Sarà che viene dato maggior spazio a Brad, ma di lui si capisce davvero poco a parte che gli piacciono la storia antica, i ragazzi e fare l’attivo di un rapporto. Trovo che si sarebbe potuto dare maggiore spazio al suo rapporto con la sorella, qui solamente accennato, così come nel capire le sue dinamiche familiari, si sa molto poco di lui e quale sia di preciso il suo background familiare.
Insomma, la storia sicuramente sa come intrattenere e catturare l’attenzione, le scene hot rappresentano un buon settantacinque per cento dell’intero libro, ma in relazione alla scoperta di Brad della propria sessualità è un fattore anche giustificabile. Come primo capitolo della serie “Theta Alpha Gamma” apre le porte al mondo delle confraternite universitarie e vedremo come verrà portata avanti con i prossimi libri.


Dopo un po’, l’altro si stancò di parlare e rimasero a sonnecchiare abbracciati. Cambiando a volte posizione, ma senza mai smettere di toccarsi. Brad amava quei momenti. Sdraiato lì con Sebastian, era così felice che probabilmente la sua pelle risplendeva. Fondendosi a quella dell’altro.

Papà aveva descritto l’amore a Sophie. Cos’aveva detto? Fuochi d’artificio, giusto? L’amore avrebbe dovuto somigliare ai fuochi d’artificio. Sebastian inspirò a fondo e chiuse gli occhi, risentendo la voce di Brad. Sai che sono innamorato di te, vero? 
Ebbe quasi un infarto quando il primo razzo decollò nel suo petto.

Cresciuta seguendo una rigida dieta a base di Monty Python, musica classica e arti visive, Anne Tenino ha sconvolto il mondo dell’igiene mentale diventando la prima paziente con una diagnosi di disturbo romantico compulsivo. Da quel giorno, col suo fidato psichiatra al suo fianco, ha deciso di tentare la conquista del mondo del Male/Male romance attraverso la scrittura terapeutica. Capire chi fossero i ragazzi che facevano sesso nella sua testa e cosa fare di loro è stato incredibilmente liberatorio. 
Anche il marito di Anne lo ha trovato liberatorio, anche se in modo diverso. Ha accettato la necessità di Anne di “fare ricerca”, e aspetta con ansia di toccarne con mano i benefici. Pensa che sia fantastico che lei riesca anche a trovare il tempo di scrivere. Le loro due figlie sono un po’ confuse dall’impulso della madre di sistemare i loro Ken in posizioni strane. A ogni modo, sono state educate ad avere una mentalità aperta e, a parte rubare occasionalmente il dildo indossabile di Ken, lasciano che la madre faccia quel che più le aggrada senza interferire. 
Quel che più aggrada ad Anne è scrivere romanzi erotici gay. 
Vi state chiedendo cosa fa Anne nel tempo libero? Per lo più se ne sta sdraiata sul divano, mangia cioccolatini e rifugge le faccende domestiche. 
Scopri cosa fa Anne di questi tempi visitando il sito AnneTenino.com.

Nessun commento:

Posta un commento