Ultime recensioni

lunedì 4 luglio 2016

Questo amore così violento di Isabella Greco


"Questo amore così violento"
di Isabella Greco Ossessione Series #1

data di uscita 21 giugno 2016
Genere: erotico contemporaneo
Pagine 129
Formato ebook
Prezzo 1,99



Edoardo Crivelli D’Adda è nobile, ricco, affascinante. Ma è soprattutto un imprenditore del sesso. La sua agenzia – la Blue Velvet – organizza festini esclusivi per il jet set milanese.
Le donne impazziscono per lui perché sa realizzare tutte le loro fantasie, anche quelle più inconfessabili. 
Questa è la vita che Edoardo ha scelto per seppellire il dolore e i ricordi. 
Pensava che cinque anni nella Legione Straniera avessero cancellato il ragazzino insicuro che era stato, quando il passato riemerge prepotente proprio durante una delle feste organizzate dalla Blue Velvet. 
Anna. 
La donna che suo fratello gli ha portato via. 
La donna che lo ha illuso. 
Il grande amore della sua adolescenza. 
Solo uno scherzo del destino? 
Anna adesso vuole lui. 
Disperatamente. Ed è disposta a mettere in gioco tutto. 
Ma innamorarsi è l’unico rischio che Edoardo non vuole correre. 
Eppure Anna è un’ossessione più forte della sua volontà, dei suoi incubi, della sua razionalità. 
Ma un’ossessione può diventare amore? 
La storia di una passione violenta, fragile, disperata... 
... a cui è impossibile opporsi.




Il duo Elisabetta Flumeri e Gabriella Giacometti, sotto pseudonimo, ci presenta un romanzo forte e, come dico spesso, non adatto ai cuori troppo teneri.
Nonostante il titolo, ispirato dai versi di Prévert, il fulcro di questa storia non è l'amore (a mio parere) ma lo sviluppo di una vita privata di esso.

L'adolescenza di Edoardo è costellata di delusioni.
Un padre che non perde occasione di fargli sapere che sarà sempre la sua ultima scelta, un fratello che sembra provare gusto nel dimostrare di potersi prendere ciò che a Edoardo sta a cuore, e una donna che diventa l'ennesimo trofeo senza reale valore del fratello, ma che popola invece i suoi sogni più profondi e in seguito i suoi incubi.
Nei ricordi di Edo sfilano nel corso delle pagine tutti i passaggi che hanno seguito la sua adolescenza, mostrando al lettore la forza d'animo dell'uomo nel voler abbandonare il ragazzino sensibile e insicuro che è stato per trasformarsi nel cinico e fiero Edoardo, quello che le donne adesso fanno a gara per accaparrarsi, a capo di un'azienda senza morale. Proprio come il nuovo sé.


Qui entra in gioco Anna, il primo e unico amore della sua precedente vita, quella che ha spezzato il suo cuore facendogli credere di dover stuccare le crepe con depravazione e indifferenza.
Anna è un personaggio molto complesso, è la figura che più ho apprezzato nel romanzo grazie alle sue sfaccettature. La grande abilità di Isabella Greco per me è data proprio dal fatto di non lasciare mai che il lettore possa classificare Anna come una vittima dell'ira di Edoardo.
Allo stesso tempo il lettore non giustificherà Edoardo, nonostante il suo pieno diritto di vendetta.


I due personaggi principali partono da due estremità opposte, incontrandosi a metà strada.
Da un lato troviamo il ragazzino che ha avuto fretta di crescere per lasciare il suo passato di invisibile alle spalle; dall'altro lato c'è una donna, pur di averlo (di avere il nuovo e il vecchio lui) è disposta a diventare lei stessa una versione 2.0 di sé, e in tutto questo serpeggia il terzo protagonista del romanzo: il sesso.
Il mondo attuale di Edoardo ruota tutto intorno a questo elemento, non ci sono limiti né lui se ne pone, questo suo non tirarsi mai indietro sembra una provocazione nei confronti delle persone legate al suo passato. 
Ma il sesso non è solo una provocazione, è anche il collante fra le due versioni di Edoardo e quelle di Anna, e ha una doppia valenza; a seconda del momento, viene usato come punizione e come ricompensa. 
Per chi siano, è il fulcro della storia.

Due parole sullo stile. Due parole positive, aggiungerei.
Una bella novità la scelta di iniziare il romanzo dall'episodio che ha innestato nel protagonista il cambiamento, e di non seguire il classico schema.
Questo romanzo che io ho definito all'inizio della recensione "forte", spaccherà in due l'opinione pubblica e farà parlare di sé, forse nel prossimo capitolo della serie ancora di più.
Astenersi impressionabili: il mondo bdsm vi attende.







2 commenti:

  1. Veronica, grazie per aver sottolineato gli aspetti per noi più importanti e soprattutto perché hai colto l'essenza dei nostri personaggi, in particolare quella di Anna, donna combattuta, fragile a momenti, disposta a perdersi ma non passiva. Bellissima recensione che ci rende orgogliose!

    RispondiElimina