Ultime recensioni

mercoledì 13 giugno 2018

PER IL MIO AMORE, WHISKEY di Kandi Steiner





Dieci anni d’amore, di perdita, di amicizia, di cuori infranti e di emozioni da gustare fino all’ultima goccia. 

Dal primo momento in cui incontra Jamie, Brecks sa che la sua vita non sarà più la stessa. 

Quel ragazzo dagli occhi ambrati diventerà il suo Whiskey, una irrinunciabile dipendenza. Mese dopo mese, anno dopo anno, errore dopo errore, la loro amicizia si fa sempre più complicata, e la loro attrazione sempre più inarrestabile. 

Ma cosa fare quando il tempo e le circostanze sembrano essere sempre avverse? 

Quanto duramente e quanto a lungo una donna può lottare per riappropriarsi del cuore dell’uomo che da sempre le appartiene? 

Una storia cruda, appassionata e straziante, in cui il destino giocherà a tirare i fili del vero amore, in un turbinio di emozioni travolgenti.
Bellissimo titolo, bellissima cover, bellissimo romanzo. Always Publishing porta in Italia Kandi Steiner, bisognerebbe fare un monumento in una qualsiasi piazza a questa casa editrice per i bellissimi romanzi che pubblica e che ci fa conoscere. Passiamo ora a parlare del romanzo di oggi, ovvero: Per il mio amore, Whiskey (Titolo originale dell'opera: A love letter to Whiskey). Definirei questo romanzo una montagna russa di emozioni. Sono astemia, non ho mai toccato una goccia di alcol - ne tanto meno di whiskey, non so neanche che gusto abbia il buon vecchio Jack - in tutta la mia vita, non chiedetemi perché, so solo che non ho mai sentito la necessità di inebriarmi ma con questo romanzo credo proprio di essermi ubriacata per tutte le volte che in passato non l'ho fatto. Per il mio amore, Whiskey è una storia intensa in grado di distruggerti dalla prima all'ultima pagina. È una storia stressante e profonda. Non mi aspettavo, se devo essere sincera, un romanzo così. La scrittura della Steiner mi ha ricordato quella della Cherry. E proprio come la Cherry anche la Steiner è stata in grado di raccontare una storia ruvida ma allo stesso tempo ricca di passione.


"Ti ricordi quando dicevi che ero uno che giocava sporco?"
"Sì..."
"Volevo solo essere sicuro che non te lo fossi dimenticato".


Mi sentivo come Eva, e Jamie, la mela rossa e succulenta, mi tentava. Mi sfidava.

Parliamo dei protagonisti. Romanzo interamente narrato dalla protagonista femminile, questa forse è l'unica nota negativa poiché mi sarebbe piaciuto conoscere i pensieri di Jamie. Ma prima di raccontarvi la fine, partiamo dal principio: durante una corsa mattutina con Jenna, la migliore amica di B, la protagonista, incontrerà Jamie. B si scontrerà lungo il tragitto con Jamie e nell'istante in cui lo vede lo paragona al whiskey, all'interno del romanzo vi sono molti riferimenti a questa bevanda alcolica. B, il cui vero nome è Brecks ma si fa chiamare B perché quel nome la fa star male, si innamorerà di Jamie in quell'esatto momento. Solo che il destino non gioca a suo favore, dal momento che Whiskey, nonostante abbia visto lei per prima, viene attratto da Jenna. Così lei sarà la ragazza diciassettenne che osserverà la sua amica e il ragazzo che le piace "innamorarsi". Tra Jamie e B però nascerà una bellissima amicizia e questo è ciò che le basta. Jamie si confiderà molto con lei e lei farà altrettanto. Lui desidera stabilità, un lavoro fisso, una donna da amare profondamente, una casa e dei bambini. B conosce i suoi piani per i suoi primi anni universitari ma non conosce altro. La sua famiglia non è come quella di Jamie, la sua famiglia è divisa a metà proprio come il suo cuore. È anche consapevole del fatto che lui non potrà mai essere suo. I giorni passano, così come le settimane e i mesi, tra Jamie e Jenna è finita e per Jamie è giunta l'ora di partire per l'università in California. Da quel momento in poi si vedranno solo sporadicamente ma quando anche B partirà per l'università le cose cambieranno. Solo che ora è B ad avere un ragazzo... Il tempo sembra proprio non essere a loro favore. Ma questo impedirà a Jamie di esprimere i propri sentimenti?

C'eravamo solo noi, la sabbia, l'acqua e la luna.


Capii che io ero acqua, lui era whiskey e non avrei mai potuto diluirlo, non ora che mi amava abbastanza da lasciarmelo fare.

No. È la risposta alla domanda fatta sopra perché ci penserà B a rovinare tutto. B con le sue paure, B con il cuore devastato da una brutta notizia. B che deve fare i conti con il passato e con il futuro. B che deve capire chi è. B che allontanerà Jamie per la bellezza di tre anni. 
Non nego di aver odiato Brecks per come si è comportata nei confronti di quel ragazzo e per aver preteso, quando lui aveva deciso di andare avanti anche senza di lei, che non lo facesse. Dalla seconda metà in poi del romanzo è stato tutto un pugno nello stomaco e non posso negare di esserci rimasta male alcune volte... Nonostante questo, però, è un romanzo che si lascia leggere, di quelli di cui hai sempre più bisogno. Nel destino di questi due protagonisti c'era scritto che non sarebbero mai stati solo amici, malgrado tutte le energie che i due hanno riposto in quelle due parole. Jamie e B erano destinati a stare insieme, solo che...


Nessun commento:

Posta un commento