Ultime recensioni

venerdì 18 settembre 2015

SPETTABILE DEMONE di Anonima Strega



Genere: urban fantasy/paranormal romance
Numero di pagine: 208
Editore: Self
Prezzo: 1,99 euro
Data di uscita: 5 giugno 2015


Accetteresti tre milioni di euro in cambio di un lavoro di due settimane segregata in una villa abitata da demoni?
Nessuno rifiuterebbe tre milioni di euro per quindici giorni di lavoro, ma se il compito prevedesse di essere rinchiusi in una villa sperduta, abitata da cinque demoni, la faccenda si farebbe complicata. A Iris quei soldi fanno gola, tuttavia non crede alla storia di dannazione e caduta raccontatale dai suoi coinquilini o presunti demoni che siano. Se cede alla proposta di scrivere per conto loro una richiesta di redenzione, è solo perché la fuga le è preclusa. Il maggiordomo Damien, l’autista Nadir, il cuoco Zaccaria, il giardiniere Theo e il Guardiano Sebastian sono gli uomini più affascinanti che Iris abbia mai incontrato, ma anche i più irrazionali, dunque è bene non pensare troppo all’algido Sebastian, meglio assecondare le sue follie e sperare nel pagamento. Ma è difficile spiegarsi alcuni strani illusionismi. E ancora di più addormentarsi sotto lo stesso tetto di cinque splendide furie che per espiare passioni e colpe affermano di non sfogare gli istinti sessuali da trecento anni.

Prendiamo una donna che ha bisogno di soldi, cinque bellissimi demoni, una lettera di redenzione da scrivere seguendo un’antica leggenda e tre milioni di euro.
Iris è una giovane donna single, giornalista che ha problemi economici a causa di un lavoro precario che rischia di perdere. E’ alla cosiddetta ricerca di un miracolo.
Il miracolo avviene e le piomba direttamente dal cielo sotto forma di  un uomo bellissimo, anche se dall’aria poco rassicurante: le propone di prestare servizio presso il suo capo, per quindici giorni alla modica cifra di tre milioni di euro.

“Era alto più o meno due metri e ben piazzato, seppur asciutto (…) Indossava un paio di pantaloni di pelle e una t-shirt nera slabbrata. E neri erano anche i lunghi capelli lisci, che si sfoltivano sul lato sinistro per una rasatura su cui era stampato un tatuaggio. Iris cercò di scorgere le linee del rapace raffigurate dal disegno, l’orecchio cosparso di piercing, una campanella d’oro alla narice, altri tatuaggi sparsi sulle braccia, pelle d’avorio e iridi di pece.”


Inizialmente Iris è spaventata, diffidente e non sa se accettare o meno. Sembra tutto assurdo e incredibile allo stesso tempo, ed è combattuta tra il bisogno di soldi e la paura che sia qualcosa di losco. Ma quei soldi le risolverebbero più di un problema, quindi perché non provare?
Dopotutto l’incarico consiste solo nel redigere una lettera per il signor Blackdeeman, e Iris è libera di recedere in qualunque momento. Così, scortata da un distinto autista, viene condotta fuori città, fino ad una grande casa di campagna.
Inizia così l’avventura più straordinaria della vita di Iris.
Viene accolta da un affascinante e intrigante maggiordomo, Damien, colui che le ha proposto l’incarico; la casa è abitata anche da Nadir, il gentile autista, Theo, il timido e riservato giardiniere, Zaccaria il rassicurante cuoco e Sebastian, dallo sguardo algido e arcigno, nonché il capo guardiano.
Cinque uomini bellissimi dal fisico prestante e lei, unica donna. Riusciranno gli istinti a rimanere sotto controllo?
Durante la sua permanenza Iris si renderà conto di non trovarsi in presenza di uomini comuni, ma bensì di angeli caduti dal cielo, ora demoni, a causa delle azioni che uno di essi ha commesso; e per punizione, sono costretti a scontare una pena che dura da trecento anni: devono vivere sulla terra e fare i conti con la loro natura umana, in perenne contrasto con la loro parte demoniaca. Per poter chiedere la redenzione e ritornare nella loro dimensione, i cinque demoni, sotto la guida di Sebastian, conducono una vita di privazione: niente alcool, niente sigarette, cibo vegetariano e soprattutto niente sesso.
Esatto, cinque demoni attraenti in astinenza da trecento anni!

“Ascolta Sebastian, vorresti davvero farmi credere che mentre la notte sono tranquillamente distesa nel mio letto senza la chiave nella toppa, sotto lo stesso tetto si aggirano cinque uomini nudi che non scopano da trecento anni?”


Vi chiederete: e perché la lettera la deve scrivere Iris? Ve lo dico subito: i demoni, quando cadono, perdono le ali e la capacità di scrivere, quindi hanno bisogno di un umano che lo faccia per loro.

“Durante la caduta da una dimensione all’altra, le piume delle ali si bruciano per il passaggio nei pressi del sole e nell’antichità questa privazione e anche metafora della scrittura, che veniva effettuata con le piume. I demoni non possono più volare, i demoni non possono più comunicare, scrivere.”


Un  romanzo piacevole, una trama originale accompagnata da un intreccio lineare e una narrazione in terza persona scorrevole e ironica, divertente. Un fantasy che parla di angeli e demoni, di bene e male, in cui la componente romance non manca.

“Se stava continuando a convincersi di non aver visto niente per la sua salute mentale, forse avrebbe fatto meglio ad entrare nell’ordine di idee che la salute mentale si sarebbe mantenuta solo a patto di crederci davvero.
Quei cinque erano demoni.”


L’autrice prende sottobraccio il lettore e lo accompagna nella storia, e come la protagonista, abbandona dubbi, paure e pregiudizi e si addentra nelle vicende, nelle emozioni e nella quotidianità degli avvenimenti. Man mano che la storia cresce d’intensità, crescono i sentimenti di Iris, che finisce con l’affezionarsi a questa stramba famiglia e, in tutta onestà, è accaduto anche a me leggendolo.

“Non era portata a credere che quei giochetti fossero veri, ma, ogni giorno che passava, si sentiva sempre più immersa in quell'atmosfera, e qualsiasi frase singolare le appariva meno strampalata di quanto le sarebbe apparsa nella vita di tutti i giorni.”

Iris è una protagonista tosta, nonostante i dubbi, riesce a tenere testa a cinque uomini e soprattutto a uno in particolare. Non si arrende e si mostra sicura di sé. Ho una profonda ammirazione per lei e per questi demoni, ognuno con il suo carattere, che hanno saputo scatenare emozioni contrastanti e animare la storia.
Riusciranno i nostri eroi a ottenere la redenzione dai loro peccati, oppure rimarranno dannati per l’eternità? Se volete scoprirlo, e se credete nei miracoli, non potete farvi scappare questo libro.


Anonima Strega si occupa da sempre di tematiche legate all’occulto. Preferendo tutto quanto concerne l’universo femminile neopagano, è di conseguenza al contempo molto romantica, anche se l’oggetto dei suoi desideri esce spesso dalle righe, così come i personaggi delle sue storie. Crede fermamente che gli elementi del creato siano guida e strumento, sia per le streghe, sia per i protagonisti di avventure d’amore paranormali, come quelli di Killer di cuori, racconto pubblicato da La mia biblioteca romantica per la rassegna Christmas in Love 2014 e La fame del ghoul, nello Scrigno delle emozioni di Romanticamente Fantasy. Il suo antro è situato in un luogo nascosto, custodito da una gatta nera d’angora e una coppia di anziani troll norvegesi. Dispensa consigli magici su anonimastrega.blogspot.it


Nessun commento:

Posta un commento