Ultime recensioni

mercoledì 18 marzo 2015

Il ragazzo che entrò dalla finestra e si infilò nel mio letto - Kirsty Moseley



Data di uscita: 27 novembre 2014
Editore: Newton Compton
Autrice: Kirsty Moseley
Prezzo: 9,90 €
Pagine: 448


Ambra Walker e suo fratello maggiore, Jake, hanno un padre violento. Una notte, Liam il migliore amico di Jack, Liam, la vede piangere e si arrampica attraverso la finestra della sua camera da letto per consolarla. Da quel momento fra i due ragazzi niente è più come prima e l’innocenza e l’amicizia lasciano il posto alla passione, all’attesa, ai fraintesi e alle scintille tipiche di un rapporto di amore-odio che andrà avanti nel corso degli otto anni a venire. Liam non ha mai avuto una ragazza prima. Ambra è ancora emotivamente segnata da abusi che ha subito per mano di suo padre. Insieme fanno una coppia improbabile. Il loro rapporto è sempre basato sull’amicizia, ma cosa succede quando Ambra inizia a vedere il migliore amico sotto un’altra prospettiva? E come reagirà suo fratello Jake, da sempre iperprotettivo nei suoi confronti, quando scoprirà che la relazione tra i due sta diventando qualcos'altro?

Saaalve lettori! Eccomi qui, a dondolare sulla mia altalena, in una giornata finalmente di sole, pronta a scrivere una nuova recensione!
Il libro di oggi è “Il ragazzo che entrò dalla finestra e si infilò nel mio letto”… Che titolo, wow!
La storia si apre con un tuffo nel passato, quando la protagonista Amber Walker e suo fratello Jake sono ancora bambini, otto e dieci anni. Una famiglia perfetta la loro vista da fuori, ma le mura di quella casa nascondono un segreto, la violenza. Quella di un padre verso la sua famiglia. Una violenza taciuta a lungo e nascosta al mondo.
Ad esserne a conoscenza però è Liam James, miglior amico di Jake, che una notte s’infila (?) nella stanza della nostra Ambs. Lei ha paura e lui sarà lì per aiutarla.
Mi stringeva così forte che anche volendo non sarei riuscita a divincolarmi. Mi sentivo al sicuro.
Passano otto anni e da quel giorno, ogni notte, Liam fa visita a Ambs, dormendo insieme fino alle prime luci dell’alba, senza mai farsi scoprire.

Tutti ormai sono cresciuti.
Liam è un arrogante, sfacciato donnaiolo, ma di notte è l’unico che riesca a calmare gli incubi della nostra protagonista. Un abbraccio è tutto ciò che serve. Ambs è timida, non ama il contatto con gli altri che non siano suo fratello o Liam. Il suo passato l’ha segnata e le cicatrici non vanno mai via.

Tra i due, dopo otto anni, nascerà finalmente qualcosa che va oltre l’amicizia, ma a mettere i bastoni tra le ruote c’è Jake, suo fratello, che minaccia chiunque si avvicini a sua sorella, compreso Liam.
Come riusciranno Amber e Liam a sopravvivere alla “furia” di Jake e a superare le difficoltà? Beh, se siete curiose, correte in libreria!
Personalmente questo libro non mi ha fatta impazzire, avevo letto molti pareri positivi, ma che dire, proprio non sono riuscita ad apprezzarlo.
All’inizio la storia è partita bene, ma, già metà, tutto diventa scontato, a tratti assurdo. Amber ragazza fino a poco fa anonima, tutt’ad un tratto è la più figa (si può dire?) di tutte.
Lei che sin dall’inizio, a causa di ciò che le è accaduto da piccola, ribadisce più volte che vuole andarci piano con Liam, si ritrova a provocarlo, a ubricarsi alle feste, e dopo neppure una settimana si getta tra le sue braccia supplicandolo di “prenderla”… Cioè, mia cara Ambs, ma ci sei o ci fai? Tutti i problemi che non riesce a superare in otto anni, vanno a farsi fott…benedire nel giro di una settimana che si sbaciucchia Liam… Coerenza ZERO.

La storia arrivati a metà ha un grosso calo, il lettore ormai riesce a prevedere le azioni (a tratti non molto intelligenti) dei protagonisti. La Moseley  ha provato ad introdurre colpi di scena, ma tutti abbastanza scontati, e nonostante fosse stato anche inserito il POV maschile, le cose non sono cambiate.
Alcuni temi dovevano esser trattati meglio, soprattutto quello della violenza, che lascia un messaggio completamente sbagliato. Chi è vittima di violenza deve denunciare l’accaduto!!
Il comportamento della protagonista, il suo modo di pensare rispetto alla cosa… Insomma, nella storia è proprio lei a non funzionare!
Stile alquanto ripetitivo a tratti noioso. Una nota positiva? Beh, l’epilogo, un po’ sdolcinato, ma adoro i lieto fine nonostante tutto. Che posso farci, sono un’inguaribile romantica!

Angel ti ho amato dalla prima volta che ho posato gli occhi su di te. Ci sei sempre stata solo tu. Ci sarai sempre tu…

Quindi, penso vorrete sapere se acquistare il libro o meno… Beh, se la trama vi piace, fatelo, non consiglio mai di non leggere… Nonostante l’abbia un “pochino criticato”, questo è un mio personale parere, chissà  magari a voi potrebbe piacere!


Kirsty Moseley È sempre stata un’appassionata lettrice, fin da bambina, quando passava le notti a divorare libri, anche se il giorno a scuola faticava a rimanere sveglia. Il suo romanzo d’esordio Il ragazzo che entrò dalla finestra e si infilò nel mio letto, è stato scelto da Goodreads come uno dei migliori libri dell’anno. Vive a Norfolk, in Inghilterra con il marito e il figlio. Per saperne di più www.kirstymoseley.com




1 commento: