Ultime recensioni

giovedì 24 novembre 2016

IF I SHOULD DIE di Amy Plum



L'ultimo attesissimo capitolo della storia d'amore tra Kate e Vincent, i protagonisti di Die for me. Com’era la vita di Vincent prima di incontrarmi, prima di scoprire l’amore? Decenni di dolore e sacrificio, passati ad appagare la sua natura di revenant, a morire e a risorgere per salvare migliaia di innocenti. E proprio ora che credevamo di avere il futuro nelle nostre mani, siamo stati traditi nel peggiore dei modi da chi consideravamo un’alleata e un’amica. Mi fidavo di Violette, e lei ha portato via il mio amore per annientarlo e assorbire così i suoi poteri. Ora, senza più un corpo in cui tornare, Vincent vaga in forma di spirito sulla Terra. Non potrò più vederlo, toccarlo, sentire le sue dita che mi sfiorano i capelli… non potrò più rifugiarmi tra le sue braccia e annegare nei suoi baci. Eppure sento che non tutto è ancora perduto. Per salvarlo sono disposta a pagare qualunque prezzo, anche a immolare la mia anima. Perché non posso immaginare di trascorrere un solo giorno senza di lui. Non dopo tutto quello che abbiamo condiviso e sofferto. E adesso che i nostri nemici hanno compiuto la loro mossa, non mi resta che una cosa da fare: combattere.
“Una storia ricca di amore, pericolo e imprevedibili colpi di scena, sullo sfondo di una romantica Parigi” 
Eccoci arrivati alla fine di un'altra trilogia. L’ho amata, con tutti i suoi personaggi e i luoghi che mi ha portato a visitare.
Siamo a Parigi, la capitale più romantica del mondo, dove Vincent e Kate si sono conosciuti due libri fa, è scattata la scintilla e da allora non si sono più lasciati.
Quest’ultimo capitolo riprende esattamente da dove ci eravamo interrotti un anno fa, con Vincent ucciso dalla malefica Violette, che vuole il suo potere per diventare invincibile, in quanto è convinta che lui sia il Campione di cui parla un’antica profezia.
La narrazione inizia con la disperazione straziante di Kate per la perdita dell’amato Vince, annientato brutalmente.
Ma qualcosa non funziona, perché l’affascinante revenant torna a farsi sentire nella testa di Kate quando è in forma eterea; la ragazza, con l’aiuto degli altri famigli, scoprirà che un rito molto antico potrebbe riportare Vincent in vita, ed è determinata a trovarlo, decifrarlo e provare a realizzarlo, costi quel che costi.
Da Parigi ci spostiamo a New York, città natale di Kate, dove troviamo un collezionista di opere revenant che potrebbe avere proprio il manufatto utile al rito. Dopo vari tentativi, Vincent ritorna in carne ed ossa, con grande sorpresa di tutti. 

“L’uomo d’argilla diviene di carne
Con sangue immortale e umano respiro.
Con tracce lo spirito viene legato,
e grazie alle fiamme con corpo e mente viene creato.”


Ma a quanto pare le gioie anche nei libri hanno le ore contate: a Parigi è scoppiata la guerra per la supremazia tra Bardia e Numa, e i nostri amici fanno ritorno in Francia.
Per quanto riguarda la trama, mi sembra di aver già rivelato fin troppo, ma sappiate che il bello deve ancora venire.
La storia è narrata in prima persona dal punto di vista di Kate, per questo motivo il lettore è portato ad immedesimarsi con la protagonista, vestire i suoi panni e provare le sue emozioni. Lo stile è scorrevole, l’autrice sa alternare momenti di calma a momenti in cui la suspense sale di livello, grazie ai colpi di scena, e cattura il lettore tenendolo incollato alle pagine fino all’epilogo.
Kate è una guerriera, lotta con tutta se stessa per salvaguardare l’incolumità delle persone a cui vuole bene, e anche quando è convinta di aver perso il suo amore per sempre, non riesce a darsi pace e quando si fa strada l’idea del rito, si aggrappa alla speranza della sua riuscita senza darsi per vinta al primo ostacolo.

“Era come l’amante fantasma di una di quelle tragiche storie vittoriane. Ma a differenza delle eroine tutte svenimenti di quei racconti, sentivo che potevo cambiare le cose, perché ero fortemente determinata a non rassegnarmi a un destino tragico.”


Che dire di Vincent? Un uomo d’altri tempi, bellissimo e affascinante, capace di far sentire la sua donna al sicuro, proteggendola, anche quando ci si trova nel bel mezzo del pericolo, che sia presente fisicamente oppure in forma eterea non importa, per Kate c’è sempre. Predisposto al sacrificio per natura, dolce e poetico (a volte anche troppo)… e infatti non esiste (mai una gioia).

“Kate voglio che tu sappia che la prima volta che ti ho vista sono tornato a vivere”


Un amore forte, profondo e sincero, capace di sfidare le leggi del tempo e di superare qualunque ostacolo, e per Kate e Vincent ce ne sono stati parecchi. 
Sullo sfondo di un’eterna lotta tra bene e male, rappresentata rispettivamente dai Bardia e dai Numa, tra tradimenti, rivelazioni e segreti svelati, riusciranno i nostri beniamini ad avere il meritato lieto fine e stare insieme per sempre?

Per scoprirlo non dovete fare altro che leggere!


Per leggere i primi capitoli di questa trilogia, cliccare sulle rispettive immagini!!




Amy Plum è cresciuta a Birmingham, Alabama, e ha vissuto prima a Chicago, poi a Parigi, a Londra, a New York e nella Valle della Loira. Ora, stufa di viaggiare, si è finalmente stabilita a Parigi insieme alla sua famiglia. Die For Me e Until I Die sono i primi due romanzi di una straordinaria trilogia paranormal.


Nessun commento:

Posta un commento