Ultime recensioni

giovedì 24 marzo 2016

COCKY BASTARD di Penelope Ward e Vi Keeland



Un tipo del genere apparteneva alle mie più selvagge fantasie erotiche, non a un’area di servizio nel bel mezzo del Nebraska. Chance era l’ultima persona che mi aspettavo di incontrare nel mio viaggio attraverso il paese. Arrogante, bellissimo, australiano. Ma quando rimasi a piedi con la macchina, stringemmo un accordo, e iniziammo a viaggiare insieme, dormendo notti bollenti e facendo deviazione impreviste. Il mio noiosissimo viaggio si trasformò presto nell'avventura di una vita. Fu tutto divertimento e giochi, finché le cose iniziarono a farsi intense. Volevo Chance, e credevo che anche lui mi volesse, ma qualcosa lo tratteneva dal fare la prima mossa.
Non avrei dovuto innamorarmi di quel bastardo arrogante, soprattutto perché sapevo che le nostre strade, alla fine, si sarebbero divise.
Tutte le cose belle, devono finire, ad un certo punto, no?
Soltanto che, la nostra fine, non è stata come me l’aspettavo.



Di Penelope Ward avrete iniziato a sentire parlare quando è uscita la notizia che il suo libro "Stepbrother Dearest" verrà tradotto in Italia, con il titolo di “Nient’altro che noi”, ma, chi di voi legge in inglese, saprà che questa bravissima scrittrice è già molto conosciuta negli States. Cito solo due libri, che possono dirvi qualcosa: “RoomHate” di recentissima uscita, e il mio preferito “Jake Undone”, che io ho adorato ancora prima di sapere cosa fosse il New Adult!
Vi Keeland, invece, sarà una completa sconosciuta ai più, ma non temete, sono sicura che anche lei arriverà presto sugli scaffali delle librerie italiane, il suo “The Baller” mi ha fatta sciogliere come un cubetto di ghiaccio al sole, una meravigliosa lettura.
Se Penelope Ward sa come parlare di sentimenti, Vi Keeland sa come farti divertire, e “Cocky Bastard” è l’unione perfetta di questi due unici stili di scrittura. Divertente ai limiti dell’assurdo, sorprendente, carica di emozioni, la storia di Aubrey e Chance non vi farà dormire, mangiare e andare a lavoro per qualche giorno, quindi prendetevi delle ferie prima di iniziare questo libro! Ve lo assicuro, ne avrete bisogno.


Chance Bateman e Aubrey Bloom si conoscono nel bel mezzo del Nebraska. A metà del loro viaggio e, simbolicamente, a metà delle loro vite. Aubrey fa l’avvocato. Non tanto perché “ha sentito la chiamata”, ma perché suo padre l’ha convinta che quella era la strada giusta per lei. Tradita dal suo fidanzato a Chicago, decide di cambiare aria e di trasferirsi dall'altra parte del paese, in California. Carica tutte le sue cose in macchina e parte.
Sappiamo poco di Chance, all'inizio, ma qualcosa ci dice che anche la sua vita è ferma nel mezzo. Incapace di tornare indietro e impossibilitato ad andare avanti. Ex-giocatore di calcio dalla carriera rovinata, foto-modello per caso, Chance è diretto in California, ma per quale motivo?
I due protagonisti si scontrano, prima di incontrarsi. I loro botta e risposta, acidi e irriverenti, sono così divertenti che ho finito per evidenziare quasi tutto il libro. Durante la mia carriera da lettrice ho incontrato molti personaggi dalla battuta facile, ma nessuno ha mai raggiunto questi livelli di comicità naturale.

“There’s some change in the bag. Buy yourself a sense of humor.”[…]. My jaw dropped as he walked away and out of the store.What an ass.It was. A fine one. A thick, juicy, round ass hugged tightly by his jeans. God, I really needed to get laid, because it didn’t seem to matter that this guy had just insulted me to my face; my panties were practically wet.”

“What’s C.B. stand for anyway?”“Those are my initials.”“Let me guess…Cocky Bastard?”“See…I would have told you my name, but since you’re so clever, I think I’ll just let you guess.”“Whatever, Cocky.”

Nonostante i piccoli alterchi iniziali, Aubrey e Cocky, ehm… perdonatemi, Chance, si ritrovano a viaggiare insieme, quando entrambi i loro mezzi li lasciano a piedi. Attraverso dialoghi piccanti e siparietti comici, verremmo a scoprire della vita dei due personaggi e di come siano arrivati in quella stazione di servizio in Nebraska. Quello che, per entrambi, doveva essere un viaggio disperato e faticoso, si trasforma in un’avventura meravigliosa e mozzafiato.
Non soltanto per loro, ma anche per noi.

“Can you make my room facing west, not on the ground floor, and an even number, if possible?”
“I’d like mine with a bed, toilet and television, if that’s possible.” He grinned, bating me.

È magnifico il modo in cui le due autrici hanno saputo incastrare alla perfezione i difetti e i pregi dei due protagonisti. Ce ne accorgiamo subito, appena compare un vibratore nelle mani di Chance e la capra Pixi fa la sua entrata in scena, i due si completano a vicenda, è chiaro, è palese. Eppure c’è qualcosa che frena Chance e non riusciamo a capire cosa sia. Il solo POV di Aubrey ci tiene all'oscuro, fino a quando la scritta “DUE ANNI DOPO” ci fa immergere nella mente e nei pensieri di Chance.

Il viaggio in macchina copre soltanto il 40% di questo libro, ma è così bello e  intenso, che per un attimo, ho iniziato a pensare che niente avrebbe potuto superare questa prima parte e che il libro sarebbe stato un fail clamoroso. Ma, fortunatamente, mi sbagliavo. Girerete pagina, dopo il punto e vi sembrerà che siano passati due anni anche per voi. Cosa è successo a Chance, e dov’è Aubrey? Stanno ancora insieme? Sono l’una nei pensieri dell’altro?

Care lettrici, non voglio fare ulteriori spoiler, ma vi assicuro che “Cocky Bastard” è un libro che merita di essere conosciuto. Nel mare di pubblicazioni, secondo me discutibili, che giornalmente riempiono gli scaffali delle nostre librerie di fiducia, questa è una perla da non perdere.
Non vi basta ciò che ho scritto finora? Volete soltanto un altro assaggino di ciò che vi aspetterà?

The clerk handed us our keys along with a warm chocolate chip cookie each. On our way to the elevator, I offered him mine. “Want my cookie? I’m not going to eat it.”“Sure. I’ll eat you.”“What did you just say?”“I said I’d eat yours.”I really needed to get some sleep. And perhaps a nice cold shower.

“Do you mind if we don’t camp tonight?” I asked. “I’d like to shower and sleep in a bed.”“What do you say we go find a hotel near here, have a nice dinner, hot showers and call it a night. I’d like to sleep in your bed, too.”“What did you say?”“I said I’d like to sleep in a bed, too.”“Oh.”




PENELOPE WARD: Penelope Ward is a New York Times, USA Today and Wall Street Journal Bestselling author. She grew up in Boston with five older brothers and spent most of her twenties as a television news anchor before switching to a more family-friendly career. Penelope lives for reading books in the new adult genre, coffee and hanging out with her friends and family on weekends. She is the proud mother of a beautiful 11-year-old girl with autism (the inspiration for the character Callie in Gemini) and a 9-year-old boy, both of whom are the lights of her life. Penelope, her husband and kids reside in Rhode Island. She is the author of seven novels. Her fourth book, Stepbrother Dearest, hit #3 on the New York Times bestseller list.

VI KEELAND: Vi Keeland is a native New Yorker with three children that occupy most of her free time, which she complains about often, but wouldn't change for the world. She is a bookworm and has been known to read her kindle at stop lights, while styling her hair, cleaning, walking, during sporting events, and frequently while pretending to work. She is a boring attorney by day, and an exciting New York Times & USA Today Best Selling smut author by night!


Nessun commento:

Posta un commento