Ultime recensioni

venerdì 5 giugno 2015

Art and Soul - Brittany C. Cherry



I had always been the invisible art student in high school. 
Passed by. Glossed over. Unnoticed. 
Now I was Aria Watson… that girl.
After one bad decision, and being labeled a slut, I was no longer unseen. I was the whore. The ignoramus. The tramp.
I would never be invisible again.
Particularly to Levi Myers. He was the odd boy with the beautiful soul who accepted and understood the broken girl inside me.
Falling in love wasn’t the plan. But how could I resist his promises of hope? Of forgiveness? Of a future I had stopped dreaming of?
We were shattered. We were scarred. We were something strange and beautiful.
We were two lost souls holding on to the only thing that could keep us together.
Each other. 




“Love openly,” my heart whispered. “Love unconditionally,” my heart begged. “Love the struggles,” my heart taught. “Love in the moment.” 

Questo libro è uno splendido new adult creato dalla penna di Brittany C. Cherry, della quale ho già avuto modo di conoscere il suo talento con Loving Mr. Daniels, di cui è possibile leggere la recensione.

E' un romanzo che analizza in un modo apparentemente bizzarro, il mondo degli adolescenti. Possono succedere tante cose quando si è ragazzi, perché tendono a  non pensare alle conseguenze.....lo fanno anche gli adulti, diciamo che rispetto ai teenagers loro dovrebbero tenere maggiormente conto delle possibili ripercussioni.... e avremo modo di leggere come anche gli adulti sbaglino, tanto quanto i ragazzi.


Aria, ha creduto alle parole del ragazzo per il quale ha da sempre avuto una cotta e un paio di mesi dopo si ritrova incita a 16 anni.

Levi, decide di recuperare il rapporto con il padre, che ha interrotto improvvisamente i rapporti. I genitori sono divorziati e lui ha studiato a casa con la madre schizofrenica. Vuole capire perché tutto d'un tratto è sparito e si trasferisce a casa sua.


“You understand that abstract art is standing out against the norm because it’s the only way abstract art knows how to stand. And you get so fucking happy because it’s so beautiful. And unique. And edgy. And…abstract.”

Aria e Levi frequentano la stessa scuola. Dove Aria è eccentrica, con metà testa rasata e l'altra rossa fuoco, innamorata dell'arte, tendente a nascondersi per non essere al centro dell'attenzione; Levi è attraente, spontaneo, tutti vogliono fare amicizia con lui, nerd con  una forte passione per la musica e il violino. All'apparenza sono gli antipodi ma grazie ad un compito assegnatoli in coppia dall'insegnante di arte, scoprono quanto possano assomigliarsi.

Art – noun | [\ˈärt\] : The quality, production, expression, or realm, according to aesthetic principles, of what is beautiful, appealing, or of more than ordinary significance. 

Aria ha trovato da sempre conforto nell'arte, ci racconta spesso fatti interessanti di importanti pittori. Una passione sana che l'aiuta in questo momento di grande confusione. Dopo aver informato i genitori del suo stato, la sua vita va pian piano sgretolarsi, il padre non la guarda nemmeno più in faccia, la madre è troppo presa a organizzare tutto per preoccuparsi di come la figlia stia sopportando questo peso, i fratelli sono troppo egoisti per sostenerla. Simon ( il migliore amico ) e Levi sono l'unico supporto morale che ha. Consapevole che non può tenere il bambino, deve prendere una decisione difficile, combattuta dal desiderio di non separarsi dalla sua creatura o affidarla a qualcuno che potrà occuparsi di lui/lei molto meglio di quanto possa fare alla sua età.


He was the best kind of oxymoron. When I was with him I could be a sad kind of happy and be content with the feeling.

Levi, ha imparato a conoscere la musica dalla madre, lei le ha insegnato a suonare il violino. E' sempre stata una forma terapeutica  per Levi, colma il vuoto lasciato dal padre e aiuta a sostenere il pesante fardello che rappresenta la malattia della madre. Dopo il loro divorzio, lei si è aggrappata al figlio come l'unica forma di amore nella sua vita, ma per un ragazzo di 16 anni, c'è bisogno di altro. 
Levi si ricorda com'era suo padre quando andavano a pescare o quando fingeva di suonare la chitarra seguendo la musica, era divertente e si sentiva amato. Poi tutto questo è sparito e adesso vuole capire perché. Si ritrova davanti un uomo solo e malato, che non riconosce più. La sua famiglia è un disastro e lui si trova proprio nel mezzo. Dietro tutti quei sorrisi che sfoggia a scuola c'è un animo triste e sconsolato. un'anima che si risveglia, trova forza con la musica e con Aria.

The world was often ugly and painful, filled with hate, sadness and despair. But Aria? She made sense in a senseless world.

Aria è arte. Levi è anima. Arte e musica si fondono per creare il più perfetto degli ossimori, perché loro sono esattamente questo, tristemente felici.


L'autrice, credo ancora per poco inedita in Italia, non delude con questa sua ultima pubblicazione. Non è per niente facile analizzare così approfonditamente la psiche di un adolescente, per non parlare delle situazione ancora più complicate come una gravidanza o una malattia. I dialoghi tra i ragazzi stemperano questa atmosfera pesante, l'amore delicato che nasce tra Aria e Levi è dolce e si muove in punta di piedi perché per loro non è il momento giusto ma non è possibile sottrarsi quando si scopre l'unica persona in grado di accendere una luce nel momento di maggiore oscurità.
L'inglese è di facile comprensione. Decisamente consigliato.






Nessun commento:

Posta un commento