Ultime recensioni

lunedì 29 giugno 2015

UN WEEKEND DA SOGNO di Jojo Moyes


Nell è una ragazza inglese, ha ventisei anni e non è mai stata a Parigi. A dire la verità non è un tipo molto avventuroso e non ha girato molto, il suo sogno sarebbe quello di passare un weekend romantico con il suo ragazzo nella capitale francese. Dato che lui non fa il primo passo, Nell pensa bene di organizzare tutto da sola... Peccato che al momento di partire lui non si presenta in stazione e lei parte da sola triste e malinconica convinta che la sua vita sia tutta un disastro. Dopo un arrivo piuttosto traumatico, Nell incontra un tipo simpatico e affascinante, Fabien, e con lui il weekend si trasforma inaspettatamente nelle 48 ore più belle della sua vita...

Chissà perché quando si parla di Jojo Moyes tanti hanno paura di leggere i suoi libri. Scherzi a parte, dopo il grandissimo successo di Io prima di te (e diciamolo pure, le tante lacrime versate), la nostra cara scrittrice torna in scena con una piccola novella (breve ma intensa ve lo assicuro!).
La storia si apre in una stazione ferroviaria, e vede la piccola Nell in attesa dell'arrivo del fidanzato, Pete, prima della partenza del treno. Destinazione: Parigi!!! Una piccola fuga romantica, dove la nostra protagonista ha pensato proprio a tutto, organizzando in maniera dettagliata il viaggio che li vedrà percorrere le strade della città dell'amore, les Champs-Élysées, fino ad arrivare alla magnifica Tour Eiffel e alla Cathédrale de Notre-Dame. Un suo primo viaggio che dovrebbe essere perfetto, se non fosse per un piccolo imprevisto: lui non riesce ad arrivare in tempo alla stazione, ma la esorta ad andare avanti, dicendole che appena si libera dal lavoro la raggiungerà.
Dopo un momento di esitazione, Nell decide di partire, e dopo un lungo viaggio si ritrova a Parigi. Unica pecca di tutto questo è la poca, per non dire totale, conoscenza della lingua francese. Ma lei non si farà scoraggiare, salirà su un taxi e porgendo il biglietto da visita dell'hotel riuscirà ad arrivare a destinazione. Fin qua tutto bene; entra nella hall dell'albergo, si avvicina alla reception e......una signora americana con una potente botta di fianchi la spinge di lato (EHI! Ma che modi!!!). Si sa che quando le cose vengono organizzate fin nel minimo particolare, qualcosa andrà sempre storto; cosa che accade a Nell, perché scopre che è rimasta un'unica camera libera. Quindi come si fa? Per fortuna si arriva a un compromesso: appena arriverà Pete, lei lascerà la stanza alla signora americana. BIP. Il segnale acustico che segnala la presenza di un messaggio: “Non riesco a raggiungerti, goditi il weekend”. Ma quanto è simpatico questo fidanzato! Ok, niente panico! Doccia, cena, a letto e il giorno dopo si ritorna a casa. Ma quando il destino si impegna, è finita. Nell conoscerà casualmente Fabien, un cameriere che lavora al bistrot dove si è voluta concedere il lauto pasto e che casualmente verserà sulla sua divisa da lavoro un bicchiere di vino...ROSSO!
Fabien è un ragazzo come tanti, sfigato in amore e con dei sogni nel cassetto: diventare scrittore. Prende il suo romanzo per apportargli le ultime modifiche e decidersi finalmente di battere tutto al computer, ma mentre rientra in casa, urta accidentalmente la tazza che teneva fermi i fogli e....il suo sogno prende il volo per l'intera città. Addio romanzo! Cerca di recuperare qualche pagina, ma il lavoro di mesi, per non dire anni, è finito in chissà quale strade. In maniera molto imprevedibile quelle stesse strade lo condurranno da Nell.

Si sente vivo e spregiudicato. Vuole vedere Nell ridere. Vuole andare in un club e ballare con lei fino alle ore piccole, con una mano sulla sua schiena sudata, tenendo gli occhi incatenati ai suoi. Vuole rimanere sveglio fino all'alba per un buon motivo, eccitato dall'alcol, dal divertimento e dalla magia di Parigi. Vuole assaporare la sensazione di speranza che nasce dall'incontro con una persona sconosciuta, qualcuna che vede solo il meglio di te, non il peggio.


Il libro come dicevo è di poche pagine, circa 126, quindi vi rovinerei l'effetto sorpresa se continuassi, svelandovi anche il finale. Ma ho adorato la piega che ha preso questo racconto. Una timida ragazza inglese, che non è mai stata a Parigi troverà se stessa, uscirà da quel suo guscio fatto di insicurezza, camminerà a testa alta e si concederà delle piccole follie, come salire su un motorino con un perfetto sconosciuto (e se fosse un serial killer?).

Perché questo vuol dire crescere in una piccola città: tutti pensano di sapere chi sei. Nell era la ragazza giudiziosa. La ragazza tranquilla. Quella che pianificava attentamente ogni dettaglio e a cui potevi dare l'incarico di innaffiare le piante o badare ai tuoi figli con la sicurezza che non sarebbe scappata con tuo marito né con quello di nessun'altra.

Nello stesso tempo vi innamorerete di Fabien, il classico parigino romantico, innamorato dell'amore e che non riesce a non pensare alla sua ex, ma qualcosa cambierà dopo l'incontro con Nell. E se l'amore sbocciasse in una notte? Voi credete al colpo di fulmine? Da eterna romanticona quale sono, ci credo e ci crederò sempre, e non siate scettici perché le cose migliori arrivano quando meno ce lo aspettiamo.
Un appello all'autrice: mi auguro che si tratti solo di un prequel. A quando il racconto vero e proprio?


Jojo Moyes (1969), è nata e cresciuta a Londra. Scrittrice e giornalista, ha lavorato all'«Independent» per dieci anni prima di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura. Oggi è una delle più affermate scrittrici in Inghilterra e all'estero, e i suoi romanzi sono sempre in testa alle classifiche. Il suo romanzo Io prima di te (Mondadori, 2013) è stato il libro più votato nella storia del "Richard and Judy Book club". Mondadori ha poi pubblicato Luna di miele a Parigi e La ragazza che hai lasciato nel 2014 eUna più Uno nel 2015. L'autrice vive nell'Essex con il marito e tre figli.



Nessun commento:

Posta un commento