Ultime recensioni

giovedì 11 giugno 2015

LEGEND ( Legend #1 ) di Marie Lu


Los Angeles, Stati Uniti. Il Nord America è spaccato in due parti, la Repubblica e le Colonie, e la guerra sembra destinata a non finire mai. A quindici anni, June è già una promessa della Repubblica. Nata in una famiglia ricca e prestigiosa, oltre a una bella casa, un mucchio di soldi e la possibilità di frequentare le scuole migliori, possiede anche un vero talento nel cacciarsi nei guai e senza l’intervento di Metias, il fratello maggiore, probabilmente qualcuna delle sue bravate all’accademia militare sarebbe già finita male. Dalla morte dei genitori, Metias è l’unico su cui può contare, almeno fino al giorno in cui viene ucciso in circostanze misteriose. Il primo sospettato è Day, un ragazzo della stessa età di June, ma nato e cresciuto nei bassifondi della Repubblica. Ed è anche il criminale più ricercato del paese. Da quel giorno, June ha un unico desiderio: vendicare Metias. Ma per lei e Day il destino ha altri piani.


Los Angeles, Stati Uniti.
Il Nord America è spaccato in due, e tra la Repubblica e le Colonie la guerra sembra destinata a non finire mai. Lotte violenze, guerre intolleranza imperversano  senza fine. Senza Tregua.
Senza via d’uscita… o almeno così sembra fino a  quando all'improvviso appare LEI.



June è una quindicenne prodigio, nata e cresciuta in una famiglia appartenente alle più alte sfere della Repubblica, ma con un vero talento nel mettersi nei guai, mettendo a repentaglio sia la sua vita che quella di tutti coloro che la circondano .
Da quando i suoi genitori sono morti in un incidente stradale, l’unico su cui sa di poter sempre contare è il fratello maggiore Metias.
Ma Metias rimarrà in vita per sempre?
No.
Il giorno infatti cui Metias viene assassinato in circostanze misteriose mentre è a guardia di un ospedale, il primo ad essere sospettato ed indagato del crimine è Day, un coetaneo di June, ma che a differenza sua proviene dalle classi sociali più disagiate della Repubblica. 
June dal canto suo vive solo per uno scopo, trovare l’assassino di suo fratello facendo della vendetta , il suo unico motivo per vivere.

Ma cosa accade quando June e Day incroceranno le loro strade?





Sarà perché il mondo ha bisogno di emozioni forti, sarà perché dopo essere sopravvissuti alla presunta apocalisse del 2012 , l’attenzione verso i romanzi distopici è sempre più alta.
Purtroppo però solo pochissime di queste serie riesce veramente a colpire il lettore come dovrebbe vista la tematica suggestiva e post apocalittica di cui si parla nel libro.
Siamo infatti nel 2130, in un atmosfera a tratti surreale ma ben caratterizzata, dove la guerra sembra l’unico modo di dare un senso alla vita.
Ed è paradossale!
Ricatti, rivolte oppressioni e violenza affliggono il Nord America in un futuro lontano da noi, ma anche vicino se consideriamo la violenza delle menti attuali.   
Esattamente come accadde per la guerra di secessione , l’America ancora una volta si trova divisa in due fazioni opposte, La Repubblica, dei ricchi, di cui sia June la quindicenne nonché protagonista del nostro libro fa parte, come ragazza prodigio.
Le Colonie, popolate da ribelli assassini guerriglieri senza scrupoli  ma fondamentalmente poveri, dove la malattie, la pestilenza la rabbia insorgono e sono il pane quotidiano.

A questa fazione appartiene invece Day, il nostro giovane protagonista maschile, che è giù un simbolo del libro , a causa della sua cattiva reputazione, ed a cui tutti danno la colpa dell’assassinio della morte del fratello medico di June.

DAY E JUNE  , JUNE E DAY due vite agli antipodi, due calamite che si attraggono solo per il fatto di essere opposti.
Due persone destinate ad uccidersi di odio perché messe in contrapposizione da un destino crudele ed avverso, ma in fondo non si conoscono.
Perché in fondo nessuno conosce Day.
Nessuno ha mai visto i suo volto.
Nonostante si stia parlando di un libro, come spesso accade , i libri riportano su carta molti aspetti della vita quotidiana che viviamo ogni giorno.
Marie Lu l’autrice geniale di questo libro dai tratti suggestivi, inquietanti ma estremamente realistici, colpisce con una prosa schietta, ben delineata e caratterizzata.
Il suo romanzo non è mai scontato, non perde tono né filo, è avvincente ed incalzante, è reale.
Molto spesso mi sono trovata a riflettere su come potesse essere il mondo tra qualche decennio, ma nello stesso tempo sono certa che la guerra cosi come l’odio sono aspetti della vita che mai cadranno nemmeno con un’apocalisse di dimensione maestose.
Datemi della pazza, ma l’odio mai conosciuto ma sulla fama che lega ed intrappola i due protagonisti, assomiglia molto ai drammi shakeasperiani, per citarvene uno il conosciutissimo Romeo e Giulietta.
Un odio tra famiglie senza una vera ragione di esistere.
Che Legend possa essere il nostro ROMEO E GIULIETTA FUTURISTA?
Questo non lo so ma di certo se dovessi pensare ad un Romeo e Giulietta distopico LEGEND lo sarebbe in pieno.
Non aspettatevi eros, o romanticismo. AZIONE E RISPETTO sarà ciò che troverete.
Volete fare un viaggio sulle montagne russe senza pagare il biglietto?
Allora accomodatevi LEGEND  vi aspetta.


È Art Director di video game e proprietaria del marchio Fuzz Academy.
L’ispirazione per scrivere Legend è nata guardando I Miserabili e chiedendosi come la relazione fra un famosissimo criminale e un prodigioso detective potesse essere trasferita in una storia moderna. Laureata alla Southern California University, Marie Lu vive a Los Angeles, dove passa il tempo imbottigliata nel traffico. Per Piemme Freeway ha già pubblicato il primo volume della trilogia, Legend.





Nessun commento:

Posta un commento